Reti locali
 

Purtroppo,urgente :Problema cablaggio rete cavi cat 6

DELTA 28 Gen 2015 22:28
salve,
ho il seguente problema che mi fa dannare, non sono particolarmente esperto
quindi chiedo venia se sarò molto lungo nella descrizione e impreciso in
qualche spiegazione:
ho una rete intranet esistente, e da un centro stella con uno switch sono
collegato tramite 2 cavi cat 5 molto lunghi (uno circa 80 mt l'altro oltre i
120) rispettivamente a 2 switch ( ognuno fa un piano) e da qui ai pc e
stampanti.
Anche per migliorare le prestazioni ho portato tramite altri percorsi più corti
2 cavi cat 6 tipo dal centro stella ai 2 armadi
INTELLINET CAVO CAT.6, AWG23, SFTP, RIGIDO, IN ROTOLO PLASTICO, 305 MT -
ITP-C6S-RIS http://www.intellinet-network.com/i...ido-awg-2?
e ho raggiunto una metratura di circa 90 mt per il più lungo e circa 70 per il
più corto.
Non mi hanno fornito dei plug dedicato poichè a dire del fornitore non
esistono, ma dei frutti keystone " volanti " da collegare tramite cavi patch da
una parte allo switch centro stella e dall'altra ai 2 switch di piano.
Il tipo di collegamento consigliatomi sugli entrambi "lati"dei cavi e quindi
sui frutti è il tipo A (sul frutto è segnato A o B ),regolarmente eseguito
ed effettuato i controlli con il canonico tester di rete.
Il problema è che i nuovi cavi "vanno più lenti" dei vecchi che sono di
categoria più bassa e molto più lunghi.
I cavi vecchi non sono schermati e in molti tratti ho visto passano in
c*****izzazioni con cavi elettrici, quelli che ho passato sono a doppia
schermatura e passano all'80/90% in c*****izzazioni solo con cavi telefonici.
Idee,consigli e quant'altro?
Ho pensato di collegare alle estremita dei cavi da una parte un pc e uno switch
e dall'altra un pc con LAN Speed Test..ma è evidentissima anche senza test la
differenza di velocità...dove posso aver sbagliato?
Grazie anticipatamente a tutti.
Fr3ddie 28 Gen 2015 23:34
Il 28/01/2015 22:28, DELTA ha scritto:
> dove posso aver sbagliato?

a. Crimpatura/attestazione con qualche errore;
b. Doppini danneggiati durante la stesura (cavi "tirati" o piegati con
curve troppo strette);
c. schermatura non correttamente a terra/ground loop

Se hai usato correttamente un tester io inizierei da c.



--
Fr3ddie
fr3ddie@fr3ddie.it

Nella vita ci sono 2 regole fondamentali da rispettare:
1. Non dire MAI tutto quello che si sa
DELTA 29 Gen 2015 06:02
Grazie per la risposta
per il punto 1 ho seguito lo schema A segnato sui frutti su entrambi i lati su
un cavo,mentre sull'altro mi segnava con collegamento tipo A un problema con il
tester di rete sul filo 1: ho battuto per provare anche con un tester classico
wattmetro ohmmetro da elettrotecnici l'effettiva continuità del conduttore 1
risultando ok.
Quindi per fare una prova ho collegato questo cavo dato che non funzionava su
tipo A su entrambi i lati lo schema B e il tester di rete mi segna tutto ok con
le classiche 8 spie led intermittenti in sequenza

la calza esterna del cavo mi hanno detto di " collegarla " tramite fascetta
elettrica a corredo nel frutto sulla parte esterna della struttura del frutto (
tipo collegamento della calza del cavo antenna tv per intendersi) da entrambi i
lati.
Chiaramente rimane fine a se stessa poichè assendo volanti questi frutti non
sono collegati a massa ma tramite cavetti patch da 1 mt agli switch.
DELTA 29 Gen 2015 06:10
Dimenticavo...
la pellicola che avvolge singolarmente ognuna delle 4 coppie del cavo l'ho
tagliata come mi hanno detto alla base del cavo (il quale è spellato 4-5 cm)
Luca Sasdelli 29 Gen 2015 09:26
DELTA ha spiegato il 29/01/2015 :

> la pellicola che avvolge singolarmente ognuna delle 4 coppie del cavo l'ho
> tagliata come mi hanno detto alla base del cavo (il quale è spellato 4-5 cm)

Attenzione anche al tratto di cavi spaiati: deve essere il più corto
possibile; con Cat-6 di solito si cerca di stare sotto il cm di
lunghezza.

Ciao
Luca
Andrea D'Amore 29 Gen 2015 11:11
On 2015-01-29 05:02:58 +0000, DELTA said:

> la calza esterna del cavo mi hanno detto di " collegarla " tramite
> fascetta elettrica a corredo nel frutto sulla parte esterna della
> struttura del frutto ( tipo collegamento della calza del cavo antenna
> tv per intendersi) da entrambi i lati.

La massa flottante potrebbe essere il problema, ma non sono un
professionista quindi meglio aspettare un parere vero a riguardo.

--
Andrea
Luca Sasdelli 29 Gen 2015 11:33
Il 29/01/2015, DELTA ha detto :

> questi frutti non sono collegati a massa ma tramite cavetti patch da 1 mt
> agli switch.

Se i cavetti patch sono schermati, allora si forma un ground loop:

terra - switch - patch - cavo - patch - nodo - terra

In genere, con il cablaggio schermato conviene collegare la schermatura
soltanto all'estremità dello switch.

Ciao
Luca
DELTA 29 Gen 2015 14:15
Confermo che i 2 cavi alle loro estremità sono collegati a frutti e non plug.
I frutti che mi hanno dato non hanno dove collegare la calza, ma questa mi è
stato detto di fissarla tramite una fascetta pvc a corredo a stringere sulla
parte terminale del frutto, come fosse la calza di un cavo d'antenna tv, e non
ripiegarla all'indietro sul cavo stesso.
Le patch che mi hanno fornito per collegare il cavo alle estremità da una
parte allo switch centro stella e dall'altra allo switch dell'arma***** di piano
non sono schermate e quindi essendo i frutti "volanti" ( non fissati
all'arma*****) direi ad occhio e croce che le cariche elettrostatiche
eventualmente accumulate nel percorso non vengono "scaricate".
I cavi vecchi non sono schermati percorrono in molti tratti le medesime
c*****izzazioni dei nuovi, sono di categoria inferiore,mediamente più lunghi
dei rispettivi nuovi cat 6 di circa 20-30 mt, superando i famosi 100 mt
e "vanno più veloci" dei nuovi!!!
Fr3ddie 29 Gen 2015 16:23
Il 29/01/2015 06:02, DELTA ha scritto:
> Chiaramente rimane fine a se stessa poichè assendo volanti questi frutti non
sono collegati a massa ma tramite cavetti patch da 1 mt agli switch.

CVD.

*Devi* mettere a terra la schermatura da un lato (preferibilmente dal
lato dello switch). Lo switch o il patch panel che usi insieme allo
switch sono messi a terra correttamente? Se sì, ti basta prendere un
patch cord schermato (quindi anche con i plug schermati) e collegarci
uno dei frutti "volanti".

Altrimenti non funzionerà mai bene.



--
Fr3ddie
fr3ddie@fr3ddie.it

dreaming in digital
living in realtime
thinking in binary
talking in IP

welcome to my world
DELTA 29 Gen 2015 19:56
Grazie a tutti per le risposte..
x Fr3ddie...
Abbi /abbiate pazienza ..ma questa cosa strana mi ha messo un pò in confusione
e vista la situazione non voglio peggiorare la cosa...quindi cerco di fare più
domande possibili risultando anche noioso... :-) per non rischiare di capire
male

per quanto riguarda gli switch messi sugli armadi di piano:

-su uno ho un tplink a 48 porte recente su rack, ho visto che lo danno per 1
giga, supporta i cavi cat6
-sull'altro ho uno switch sempre a 48 porte su rack non recente...3com mi pare
va a 100 quindi non credo supporti i cavi cat 6.

Nell'arma***** centro stella da cui partono i cavi che vanno agli armadi di
piano causa un guasto il vecchio switch 3 com versione rack a 24 porte a 100 mb
è stato sostituito provvisoriamente da uno switch tp link a 24 porte a 1 gb
ma NON RACK quindi fisicamente non a massa.

per quanto riguarda i frutti non ho la possibilità di reperire a brevissimo i
patch panel vuoti per applicarveli e quindi devo lasciarli volanti e quindi non
collegati fisicamente a massa


che faccio:?
1) collego la calza solo ai frutti lato switch di piano (che sono rack e quindi
,controllerò,ma penso e spero siano a massa ) e da li tramite dai cavi patch
schermati cat 6 da un metro ai rispettivi switch, mentre dall'altro lato (
switch "centro stella ) non collego la calza ai frutti.

2) non collego la calza sui frutti lato 2 switch degli armadi di piano, ma solo
a quelli lato switch centro stella collegandolo a quest' ultimo tramite i soliti
2 cavi patch schermati che devo fare...ma ho il dubbio poichè questo switch non
essendo versione rack non è fisicamente collegato a massa.

per il collegamento uso il tipo b per tutto da i frutti ai cavi patch?

Domani inizio a fare ulteriori prove, incrocio le dita... :-)
Fr3ddie 30 Gen 2015 11:01
Il 29/01/2015 19:56, DELTA ha scritto:
> per quanto riguarda gli switch messi sugli armadi di piano:
>
> -su uno ho un tplink a 48 porte recente su rack, ho visto che lo danno per 1
giga, supporta i cavi cat6
> -sull'altro ho uno switch sempre a 48 porte su rack non recente...3com mi
pare va a 100 quindi non credo supporti i cavi cat 6.

Gli switch non "supportano" categorie di cavi: le categorie servono ad
indicare quale banda passante massima supportano *i cavi* e con quale
qualità. I cat5e supportano fino al Gbps, "tirandogli il collo", i cat6
supportano bene il Gbps ed i 10 Gbps fino ad un massimo di 47 m, i cat6a
supportano i 10 Gbps fino allo standard ethernet di 100 m.
Le schermature servono a rendere più affidabile e stabile la connessione
in caso di interferenze EM provenienti dall'esterno.
*Purché siano correttamente messe a terra.*


> Nell'arma***** centro stella da cui partono i cavi che vanno agli armadi di
piano causa un guasto il vecchio switch 3 com versione rack a 24 porte a 100 mb
è stato sostituito provvisoriamente da uno switch tp link a 24 porte a 1 gb
ma NON RACK quindi fisicamente non a massa.

Guarda che la massa non c'entra nulla con il rack/non rack: quello
switch ha le porte "metalliche"? Se sì, ha anche il terzo polo (o
"lamelle" nel caso di shuko) sul cavo di alimentazione?
Se entrambe le verifiche sono positive, allora al 99% quello switch è a
massa (utilizza la terra dell'alimentazione).


> per quanto riguarda i frutti non ho la possibilità di reperire a brevissimo i
patch panel vuoti per applicarveli e quindi devo lasciarli volanti e quindi non
collegati fisicamente a massa

Allora, ripeto per l'ultima volta:

1. verifica tutte le masse dell'edificio: NON è un'operazione facile e
servono strumenti specifici ma devi farlo (a meno che l'elettricista che
ha fatto l'impianto non sia un professionista e non abbia "marchiato"
tutte le piastre equipotenziali indicando il valore me***** di resistenza
dell'impianto e tale valore non sia effettivamente il medesimo su tutte
le piastre);
2. Se tutte le piastre sono effettivamente allo stesso valore non ti
devi preoccupare troppo di dove/quante volte metti a terra le calze,
l'importante è che tu lo faccia;
3. Se hai scelto cat6 schermato per i cavi, DEVI usare cat6 schermato
anche per i frutti ed i patch cord, accertandoti di effettuare
attestazioni ben fatte (max 1 cm di untwist dei cavi, crimpature salde e
con buona continuità elettrica); a quel punto, se non sei certo della
qualità dell'impianto di terra, metti a terra il patch panel
dell'arma***** principale con un cavo da almeno 6 mmq *e basta*.
Lo standard che usi (A o B) *non è rilevante*, l'importante è che tu usi
sempre lo stesso su ogni tratto con giunzioni passive (e con massimo 4
giunzioni passive per tratta).
Se proprio non sai come collegare a terra i frutti che hai volanti usa
cavi elettrici di terra e saldali sui connettori/frutti, poi metti il
cavo a terra in una comune presa elettrica. Meglio di niente...

Magari la prossima volta usa connessioni in fibra per le tratte di
"dorsale" tra uno switch e l'altro, ti eviterai molti problemi.



--
Fr3ddie
fr3ddie@fr3ddie.it

«Tutti abbiamo udito la donnetta che dice:
"Oh, è terribile quello che fanno questi giovani a se stessi,
secondo me la ******* è una cosa tremenda".
Poi tu la guardi, la donna che parla in questo modo:
è senza occhi, senza denti, senza cervello, senz'anima, senza *******
né bocca, né calore umano, né spirito, niente, solo un bastone,
e ti chiedi come avran fatto a ridurla in quello stato
i the con i pasticcini e la chiesa»
Charles Bukowski
DELTA 30 Gen 2015 22:01
Salve,
aggiorno la situazione dopo le numerose prove odierne:

-premessa: coloro i quali hanno fatto l'impianto negli anni 90 non avevano idea
di collegamento di terra, equipotenziale,masse et simili.
l'arma***** del ced ha le classiche masse tra chassis e sportelli ma non sono
collegate a nulla,quindi sono fini a se stesse!
idem per gli armadi di piano.

Allora ho fatto le seguenti prove :
lato ced/centro stella ho collegato la calza del cavo al polo di terra di un
pannello prese posto sul rack ed il cavo ad uno switch b*****e dlink 4 porte
collegato a un pc
dall'altra parte dato (che è un'altro edificio e quindi sicuramente il nodo di
terra non è il solito) ho preferito lasciare scollegata la calza e ho
collegato un altro pc.
Ho fatto delle prove di trasferimento di un ******* iso da circa 800mb ed il
transfert rate è di circa 13 mb/s
ho fatto altre prove con LAN Speed Test e su 10 pacchetti da 100 mb ho dei
tempi medi di 14 sec in scrittura e 19 in lettura per pacchetto.

e qui viene il bello..
A questo punto ho scollegato il cavo vecchio dallo switch del piano terra ( un
tp link 24 porte a 1 giga) e ho collegato il nuovo cavo cat 6 schermato, idem
all'arma***** di piano dove ho scollegato il vecchio cavo e collegato il nuovo
allo switch, un tplink 48 porte rack a 1 gb.

risultato:
- connessione internet lentissima-
- rete intranet lenta sino all'inutilizzabile
- ho provato da alcuni pc collegati allo switch dell'arma***** di piano a
pingare alcuni server e pc con risultati incredibili..alcuni non raggiungibili
altri con dati persi pari al 50-75%
Quindi molto peggio che con il vecchio cavo.
Ho provato a scollegare la massa (collegata solo lato ced)con i medesimi
risultati.

Altra prova:
mantenuto il solito switch del ced,collegato il nuovo cavo (provato sia con
massa collegata che senza,lievemente meglio con massa scollegata) all'arma*****
di piano ho scollegato il tplink 48 porte a 1gb e collegato tramite lo switch
giocattolo 4 porte dlink 2 pc ed è andato tutto a posto:
intranet,internet,ping tutto ok!
Ho tolto lo switch 4 porte dlink e collegato un vecchio switch 24 porte 3com a
100mps sempre con 2 pc ..idem tutto ok..

Rimetto lo switch tp link 48 porte a 1gb ...e nuovamente blackout..

Scollego il nuovo cavo cat 6 e rimetto il cavo vecchio non schermato tra i 2
switch a 1 gb tplink e ....funziona tutto!!!

Possibile che lo switch dell'arma***** (che è pure uguale a quello del ced
)più recente del vecchio 3 com e sicurmante meglio del dlink giocattolo a 4
porte vada in palla con il cat 6??

L'altro cavo nuovo che collega ad un'altro arma***** di piano ( più lungo
dell'altro,..90 mt ) sempre collegato al ced al medesimo switch dell'altro
tplink a 24 porte a 1 giga e all'arma***** di piano ad uno switch 3com a 100
mps, va regolarmente!!!

Sembrerebbe lo switch!
Ma..che senso ha?
Avete idee o soluzioni per mantenere collegato il nuovo switch tplink 48 porte A
1 GB che sul vecchio cavo cat 5 va bene?
Grazie
meddix on WINSETTETE 31 Gen 2015 07:41
Il 30/01/2015 22:01, DELTA ha scritto:
> Sembrerebbe lo switch!

sembrerebbe il cavo...

> Ma..che senso ha?
> Avete idee o soluzioni per mantenere collegato il nuovo switch tplink 48 porte
A 1 GB che sul vecchio cavo cat 5 va bene?

tenere il vecchi cavo! oppure cambiare cavo utilizzandone uno NON
schermato cat5e (e non 6) facendo attenzione ai percorsi...

ma ancor meglio far fare la cosa a qualcuno che lo fa per mestiere
DELTA 31 Gen 2015 22:37
Lungi da me fare polemica, anche perchè sono io in difficoltà.. :-)
purtroppo per motivi di ristrettezza economica non è stato possibile far
effettuare ufficialmente il cablaggio " a gente del mestiere " in senso
stretto, ma per quanto riguarda la stesura del cavo ho prestato molta attenzione
alle c*****izzazioni utilizzando al 90% ( di più non era possibile) percorsi
nei quali transitavano o altri cavi di rete o cavi telefonici...sono stato
attento a non "tirare" troppo il cavo usando liquidi appositi per facilitare lo
scorrimento del medesimo nelle tubazioni.
Per quanto riguarda l'acquisto del cavo,dei cavi patch,dei frutti e dei plug ci
siamo messi nelle mani di una ditta che cabla e fornisce materiali per le reti.
Purtroppo la situazione delle masse e delle messe a terra degli armadi di piano
e e di quelli del locale ced li abbiamo "ereditati" in questa maniera...
precedentemente la rete era molto lenta, i cavi in cat 5, i percorsi molto
lunghi (oltre i 120 mt )mescolati con cavi elettrici nel tragitto e la ditta
fornitrice ci ha appunto consigliato di usare cavo schermato, accorciare le
lunghezze dei cavi,migliorare la "qualità" delle c*****izzazioni..
poi tieni presente che l'altro cavo nuovo che ho passato ,più lungo di 20 mt
questo nuovo che fa ammattire , non collegato a massa (per il momento) che fa il
medesimo percorso dell'altro e nel restante,purtroppo,per qualche metro è a
contatto con conduttori elettrici ma non è collegato ad un tplink a un 1 giga
ma ad un vecchio 3 com a 100 mps va molto bene!
meddix on WINSETTETE 1 Feb 2015 09:52
Il 31/01/2015 22:37, DELTA ha scritto:
> Lungi da me fare polemica, anche perchè sono io in difficoltà..:-)
ma figurati! si discute con l'intento di dare una mano, ma continuo ad
avere la stessa impressione che aveva fr3ddie nella prima risposta al
tuo post...

al tuo posto io estrarrei il cavo a doppia schermatura etc etc che hai
messo e lo utilizzerei per "tirarmi dentro" un normalissimo cat5e (che
tra l'altro è anche più sottile e quindi entrerebbe più agevolmente).

Poi da quel che scrivi mi sembra che questi cavi non arrivino a pannelli
patch ma siano terminati su dei frutti volanti e poi da questi,
attraverso delle patch cord, connessi agli switch... anche qui
(soprattutto qui) ci potrebbe essere qualche errore... e, visto che
comunque non sei a norma, io intesterei i cavi direttamente con dei plug
RJ45 come se fossero delle patch cord lunghissime.....
DELTA 1 Feb 2015 12:21
in merito alla prima risposta inviata da fr3ddie:
a. Crimpatura/attestazione con qualche errore;
b. Doppini danneggiati durante la stesura (cavi "tirati" o piegati con
curve troppo strette);
c. schermatura non correttamente a terra/ground loop

Se hai usato correttamente un tester io inizierei da c.

Visto che sostituendo lo switch di piano con 1 3com 24 porte 1 100mb ( un tplink
48 porte rack da 1gb ) il problema sparisce,
che dite non e che viene da pensare che almeno i punti a e b automaticamente
siano da escludere..
altrimenti non dovrebbe andare ugualmente se i cavi fossero danneggiati o
crimpati male o dico una castroneria?

Per quanto riguarda i plug da attestare direttamente al cavo cat 6 schermato,non
riesco a trovarli, pare che i conduttori siano più grossi e quindi non entrino
nei normali plug cat 6 schermati

Avrei trovato quindi su un noto negozio on line a prezzo modico 4 patch cable da
1 mt cat 6 schermato e 3 patch panel vuoti standard keystone per una spesa
inferiore ai 50 EURO in modo da mettere i frutti volanti sul rack..

Il timore è se collegando i cavi verso messa da un lato solo a da entrambi,nel
caso in cui la terra che sono costretto ad usare (cioè collegandomi al
conduttore delle prese del rack, sezione mm 2,5) questa non fosse buona ,di
rischiare di portare negli altri elementi della rete ulteriori dispersioni e/o
disturbi...

Sinceramente vorrei evitare di cambiare i cavi, dovrei riaprire controsoffitti
,c*****i,pavimenti flottanti oltre che tratti in tubazioni.... :-)
meddix on WINSETTETE 2 Feb 2015 08:55
Il 01/02/2015 12:21, DELTA ha scritto:
> Visto che sostituendo lo switch di piano con 1 3com 24 porte 1 100mb ( un
tplink 48 porte rack da 1gb ) il problema sparisce,
> che dite non e che viene da pensare che almeno i punti a e b automaticamente
siano da escludere..
> altrimenti non dovrebbe andare ugualmente se i cavi fossero danneggiati o
crimpati male o dico una castroneria?

La circostanza che cambiando lo switch da 100 con uno da 1G la cosa
funziona, invece, fornisce un ulteriore elemento di valutazione a favore
delle crimpature/cavo non buone...

Infatti uno switch da "1Giga" è su uno standard che utilizza tutte e
quattro le coppie del cavo, a differenza di uno switch "da 100" che ne
utilizza solo due...

Fai una prova indolore: collega esclusivamente i cavi connessi ad
1,2,3,6 (se standard A: bi/ve,ve,bi/ar,ar - se standard B
bi/ar,ar,bi/ve,ve) senza collegare masse od altro, solo questi
conduttori tenendoli spaiati il meno possibile e vedi che succede......

Se il sistema riparte (a 100) hai la conferma che il cavo è mal crimpato
o danneggiato oppure che l'utilizzo della schermatura è dannosa nel tuo
caso quindi...

Immediatamente dopo, sempre senza collegare altro (masse e schermature
non collegate), collega le coppie 4,5,7,8 e vedi se passa al gigabit, se
hai fortuna potresti continuare ad utilizzare il cavo che hai come se
fosse un 5e (avrai solamente buttato via tempo e denaro)

gli schemi di crimpatura li trovi su google: http://tinyurl.com/kxwla3x
DELTA 2 Feb 2015 23:32
grazie per la risposta..
in realtà è il contrario..
effettivamente rileggendo l'ultimo post, mi rendo conto che mi sono spiegato da
cani..
la situazione attualmente è questa:
lo switch , chiamamolo di partenza o al ced, è un tp link a 24 porte a 1 gb
collegato con un cavo cat 5 a uno switch di piano tp link a 48 porte a 1 gb.

se scollego il cat 5 e collego il cavo cat 6 schermato al suo posto NON VA , va
lento , perde i pacchetti etc.

se collego allo switch tramite cat 6 schermato il tp link a 24 porte a 1 gb
chiamamolo di partenza o al ced, a uno switch di piano 3com 24 porte a 100 mb
VA OK

se collego allo switch tramite cat 6 schermato il tp link a 24 porte a 1 gb,
chiamamolo di partenza o al ced, PRIMA a uno 3com 24 porte a 100 mb E DA QUESTO
allo switch di piano tp link a 48 porte a 1 gb VA OK

se sostituisco i tplink a 1 gb sia al ced che all'arma***** di piano con 2 dlink
anche essi a 1 gb.solito problema ..NON VA

il tester di rete classico,quello con gli 8 led, dicono che i conduttori sono
tutti e 8 collegati.

le masse dei cavi per ora sono scollegate per i motivi che dicevo sopra,cioè
gli armadi al ced pare non abbiano un conduttore di terra proprio per l
equipotenziale, ma per vie "non chiare" con l'ohmmetro pare ci sia continuità
con il conduttore di terra delle prese dell'arma***** rack e poi non sono sicuro
che le terre dei quadri di piano ove presenti siano eventualmente collegate al
solito nodo o circuito di terra delle prese rack dell'arma***** ced.
Non vorrei che collegando da entrambe le parti le calze possa in questo caso
creare una differenza di potenziale, forse da una parte sola non accadrebbe.

Eventualmente sto valutando di stendere volante un conduttore di terra tra
ced,quadro di piano e dispersore, collegare le calze dei cavi da entrambi i lati
e in caso di responso positivo passare ,in un percorso diverso un conduttore
dedicato all'equipotenziale degli armadi rack in genere.
Mirko Borsari 3 Feb 2015 15:55
Il Mon, 2 Feb 2015 14:32:48 -0800 (PST), DELTA ha scritto:


> Eventualmente sto valutando di stendere volante un conduttore di terra tra
ced,
> quadro di piano e dispersore, collegare le calze dei cavi da entrambi i lati
> e in caso di responso positivo passare ,in un percorso diverso un conduttore
> dedicato all'equipotenziale degli armadi rack in genere.

ma (come ti hanno già consigliato) tirare fuori quei cat6 sftp e
buttarci dentro degli snobbatissimi utp cat5e no? Secondo me avresti
già risolto da un pezzo...
Poi, vabbè, se avessi fatto fare il lavoro ad un elettricista un
minimo preparato avresti speso meno.

PS. sarò io, ma non si capisce niente di quello che scrivi.


--
MirkoB. news@bsi-net.it
Motoretta BMW R1200R Lightgrey

L'indirizzo ema@il non è da considerarsi pubblico,
ma utilizzabile solo per temi inerenti il NG corrente

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Reti locali | Tutti i gruppi | it.comp.reti.locali | Notizie e discussioni reti locali | Reti locali Mobile | Servizio di consultazione news.