Reti locali
 

Rete domestica e paranoie.

Aladino 15 Mar 2016 09:46
Dopo molta reticenza, mi sono deciso di portare l'ADSL a casa. Adesso si
tratta di capire come connettere i vari dispositivi... di base sono poco
propenso ad usare il Wi-fi, ma dovrò sicurametne tenerlo attivo per i
smartphone della famiglia. Computer e dispositivi che non si muovono,
pensavo però di collegarli con filo, e attivare il wi-fi solo quando
serve (spento la notte, visti gli studi che dicono disturbi il sonno).
Ma il cablaggio non è proprio semplice... in un primo momento pensavo di
passare nelle c*****ette della corrente, ma mi sa che non ci passo con
tutti i cavi. Comunque, in caso decidessi di usare tale strada, che cavi
mi consigliate? Anni fa l'avevo fatto con un solo cavo cat 5e, e non ho
avuto problemi, adesso si tratterebbe di almeno 3 cavi di cui almeno uno
porta ad uno switch.
Alternativa sarebbe l'uso di adatatori Powerline... come vanno? Si
possono connettere un numero imprecisato di dispositivi? Ne vale la
pena?
O mi conviene lasciar perdere e collegare tutto (2 computer fissi, una
smart TV, una stampante, una TimeCapsule e al limite un portatile) in
Wi-Fi (appartamento di 80mq.).
--
Per contattarmi, togliere -NOSPAM- dall'indirizzo.
To contact me, remove -NOSPAM- from address.
Luca Sasdelli 15 Mar 2016 12:30
Scriveva Aladino martedì, 15/03/2016:

> Ma il cablaggio non è proprio semplice... in un primo momento pensavo di
> passare nelle c*****ette della corrente, ma mi sa che non ci passo con
> tutti i cavi.

Non puoi, sia per le norme sulla sicurezza degli impianti, sia per i
disturbi parassiti indotti.

> Alternativa sarebbe l'uso di adatatori Powerline... come vanno?

Ho usato principalmente apparati Devolo e mi trovo molto bene.

> Si
> possono connettere un numero imprecisato di dispositivi?

No, la banda è condivisa, per cui più conversazioni ci sono, meno banda
per ciascuna. Però puoi contare su una banda anche di 500Mbps.

Ciao
Luca
Arne Saknussemm 15 Mar 2016 12:38
On Tue, 15 Mar 2016 12:30:53 +0100
"Luca Sasdelli" wrote in it.comp.reti.locali
<nc8rpc$fml$1@gioia.aioe.org>:

>> Si
>> possono connettere un numero imprecisato di dispositivi?

> No, la banda è condivisa, per cui più conversazioni ci sono, meno
> banda per ciascuna. Però puoi contare su una banda anche di 500Mbps.

il che è comodo, ad esempio, per portare una connessione di rete in una
stanza non cablata; poi nessuno vieta di connettere all'adattatore uno
switch e/o un AP
writethem 15 Mar 2016 12:43
Il 15/03/2016 12:30, Luca Sasdelli ha scritto:
> Scriveva Aladino martedì, 15/03/2016:
>
>> Ma il cablaggio non è proprio semplice... in un primo momento pensavo di
>> passare nelle c*****ette della corrente, ma mi sa che non ci passo con
>> tutti i cavi.
>
> Non puoi, sia per le norme sulla sicurezza degli impianti, sia per i
> disturbi parassiti indotti.

Ni, è solo un discorso normativo. La corrente elettrica, con frequenza
50Hz (ed in alcuni paesi 60Hz) non ha alcuna influenza elettromagnetica
su quella dati.

Ciò che crea disturbi è la presenza di motori elettrici (ascensori,
ambienti industriali, etc.).
Luca Sasdelli 15 Mar 2016 12:57
Il 15/03/2016, writethem ha detto :

> Ni, è solo un discorso normativo.

Sì, ma resta il fatto che passare insieme forza motrice e cavi dati è
vietato espressamente.

> La corrente elettrica, con frequenza 50Hz
> (ed in alcuni paesi 60Hz) non ha alcuna influenza elettromagnetica su quella
> dati.

L'induzione (legge di Faraday e collegate) è data dalle correnti in
gioco e dalla lunghezza dei cavi che corrono paralleli e vicini. Se i
cavi sono attraversati da una corrente importante, generano un campo
elettromagnetico che altera le caratteristiche di trasmissione sul cavo
dati; in alcuni casi (rari) le correnti indotte sono di tale portata da
danneggiare le schede di rete collegate.

Anche senza arrivare a questo limite, le caratteristiche di una
connessione 1000BaseT possono venire invalidate dal campo EM e rendere
la connessione impossibile.

Ciao
Luca
Aladino 15 Mar 2016 14:23
Luca Sasdelli <myname@sasdelli.it> wrote:

> Non puoi, sia per le norme sulla sicurezza degli impianti, sia per i
> disturbi parassiti indotti.
I cavi schermati, non aiutano? Comunque, non credo userò questa
soluzione se non altro per mancanza di spazio nelle c*****ette.
Mi permetto una domanda più diretta (ovviamente se non vuoi, sei
liberissimo di non rispondere): tu a casa tua, hai una LAN? Con Wi-Fi?

--
Per contattarmi, togliere -NOSPAM- dall'indirizzo.
To contact me, remove -NOSPAM- from address.
Luca Sasdelli 15 Mar 2016 15:22
Sembra che Aladino abbia detto :

> I cavi schermati, non aiutano?

Potrebbero, ma la messa a terra della schermatura è molto critica.

> Mi permetto una domanda più diretta (ovviamente se non vuoi, sei
> liberissimo di non rispondere): tu a casa tua, hai una LAN? Con Wi-Fi?

Ho sia la LAN gigabit, sia la powerline e sia la WiFi.
Con la powerline come detto mi trovo molto bene; la WiFi ovviamente per
i portatili. Uso un AP Mikrotik in cui uno script spegne la ra***** dalle
22:30 alle 6:00.

Ciao
Luca
writethem 15 Mar 2016 15:47
Il 15/03/2016 12:57, Luca Sasdelli ha scritto:
> Il 15/03/2016, writethem ha detto :
>
>> Ni, è solo un discorso normativo.
>
> Sì, ma resta il fatto che passare insieme forza motrice e cavi dati è
> vietato espressamente.

e questo ce lo siamo detti e nessuno lo mette in dubbio. E' evidente che
la coesistenza tra elettrico e dati è possibile solo in caso di fibra
ottica.


>> La corrente elettrica, con frequenza 50Hz (ed in alcuni paesi 60Hz)
>> non ha alcuna influenza elettromagnetica su quella dati.
>
> L'induzione (legge di Faraday e collegate) è data dalle correnti in
> gioco e dalla lunghezza dei cavi che corrono paralleli e vicini. Se i
> cavi sono attraversati da una corrente importante, generano un campo
> elettromagnetico che altera le caratteristiche di trasmissione sul cavo
> dati; in alcuni casi (rari) le correnti indotte sono di tale portata da
> danneggiare le schede di rete collegate.
>
> Anche senza arrivare a questo limite, le caratteristiche di una
> connessione 1000BaseT possono venire invalidate dal campo EM e rendere
> la connessione impossibile.

sui 3kw di un'abitazione? dai...

Nella realtà sulla 220v su sezione 2,5mm (e quindi diciamo non oltre i
4kw) è categoricamente impossibile che un percorso comune possa
interferire elettromagneticamente senza la presenza di motori elettrici
o elementi di forza.

Molti anni fa partecipai ad un corso di 5 estenuanti giorni anche su
questo argomento (era necessario per acquisire una certificazione in
grado di diventare certificatore di un brand specifico). Chi ne sapeva
parecchio più di me (e la persona viveva di pane e next) mi espose
chiaramente che la differenza di hz tra la categoria 5e (allora non
esisteva la 6, ma cambia poco, anzi) annulla nella maniera più assoluta
qualsiasi problema di alien crosstalk tra dati ed elettrico. Come e
perchè a livello fisico questo incida, magari glielo domando, se ho
ancora il bigliettino buttato da qualche parte e se lui fa ancora questo
di lavoro.
writethem 15 Mar 2016 15:50
Il 15/03/2016 14:23, Aladino ha scritto:

> I cavi schermati, non aiutano?

Nel tuo caso peggiorano. Se è pericoloso passare elettrico e dati
insieme nel caso di un cavo UTP (non schermato), lo è ancora di più nel
caso in cui il cavo sia FTP (schermato).

Oltretutto la messa a terra di quel cavo è cosa tutt'altro che b*****e e
che continuano a sbagliare innumerevoli installatori (trattando il cavo
schermato alla stregua di quello normale).
Aladino 15 Mar 2016 16:21
Luca Sasdelli <myname@sasdelli.it> wrote:

> Uso un AP Mikrotik in cui uno script spegne la ra***** dalle
> 22:30 alle 6:00.
Mi piace, grazie ;-)

--
Per contattarmi, togliere -NOSPAM- dall'indirizzo.
To contact me, remove -NOSPAM- from address.
Luca Sasdelli 15 Mar 2016 16:22
Dopo dura riflessione, writethem ha scritto :
> Nella realtà sulla 220v su sezione 2,5mm (e quindi diciamo non oltre i 4kw)
è
> categoricamente impossibile che un percorso comune possa interferire
> elettromagneticamente senza la presenza di motori elettrici o elementi di
> forza.

Può essere, ma mi sono trovato in diverse occasioni con la
certificazione che falliva proprio a causa di cavi vicini; allontanando
i cavi o facendo un percorso differente (es. percorsi incrociati sotto
pavimento galleggiante) i test della 1000BaseT passavano e con buon
margine.

Ciao
Luca
writethem 15 Mar 2016 17:01
Il 15/03/2016 16:22, Luca Sasdelli ha scritto:
> Dopo dura riflessione, writethem ha scritto :
>> Nella realtà sulla 220v su sezione 2,5mm (e quindi diciamo non oltre i
>> 4kw) è categoricamente impossibile che un percorso comune possa
>> interferire elettromagneticamente senza la presenza di motori
>> elettrici o elementi di forza.
>
> Può essere, ma mi sono trovato in diverse occasioni con la
> certificazione che falliva proprio a causa di cavi vicini; allontanando
> i cavi o facendo un percorso differente (es. percorsi incrociati sotto
> pavimento galleggiante) i test della 1000BaseT passavano e con buon
> margine.

Questo è un elemento estremamente interessante, sarebbe molto utile (se
fattibile e se conservi tutte le certifiche) capire che valore non è
passato.

Personalmente non mi è mai capitato nelle circostanze che descrivi. Ma
sapere che un next è influenzato oppure un crosstalk piuttosto che un RL
è sicuramente uno spunto di riflessione estremamente interessante.
Luca Sasdelli 15 Mar 2016 17:18
writethem ha usato la sua tastiera per scrivere :

> fattibile e se conservi tutte le certifiche) capire che valore non è passato.

Le certificazioni fallite non le conserviamo, comunque mi pare fosse un
errore di NEXT e, a volte, anche di ELFEXT. Il certificatore è un Fluke
DSP-4300.

Ciao
Luca
Aladino 16 Mar 2016 14:34
Luca Sasdelli <myname@sasdelli.it> wrote:

> Con la powerline come detto mi trovo molto bene
Due domande:
1. si possono usare anche attaccate ad una ciabatta, o la cosa crea
problemi? Perché una dovrei metterla in una presa dietro ad al mobile
del soggiorno, dove per il momento ho collegato una ciabatta con spina
piatta... non è pensabile ricavare uno spazio dietro a tale mobile;
2. si possono abbinare adattatori di marche e modelli diversi?

--
Per contattarmi, togliere -NOSPAM- dall'indirizzo.
To contact me, remove -NOSPAM- from address.
ObiWan 16 Mar 2016 14:41
:: On Tue, 15 Mar 2016 17:18:57 +0100
:: (it.comp.reti.locali)
:: <nc9cll$1c7n$1@gioia.aioe.org>
:: Luca Sasdelli <myname@sasdelli.it> wrote:

> Il certificatore è un Fluke DSP-4300.

hai detto pizza & fichi :D !
Lorenz 16 Mar 2016 14:57
Il 16/03/2016, Aladino ha detto :
> Luca Sasdelli <myname@sasdelli.it> wrote:
>
>> Con la powerline come detto mi trovo molto bene
> Due domande:
> 1. si possono usare anche attaccate ad una ciabatta, o la cosa crea
> problemi?

Potrebbe provocare una diminuzione del trasfer rate...nel
peggiore dei casi potresti perdere il link.


> 2. si possono abbinare adattatori di marche e modelli diversi?

Se entrambi supportano lo stesso standard (oggi comunque la
maggiorparte impiegano il protocollo ******* Plug) e magari non
attivi la crittografia allora dovrebbe funzionare.
Luca Sasdelli 16 Mar 2016 15:47
ObiWan ha spiegato il 16/03/2016 :

> hai detto pizza & fichi :D !

Sisammai :-)

Ciao
Luca

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Reti locali | Tutti i gruppi | it.comp.reti.locali | Notizie e discussioni reti locali | Reti locali Mobile | Servizio di consultazione news.