Reti locali
 

Configurazione router SHDSL su rete Telecom

Claiudio 21 Apr 2016 23:58
Mio malgrado, mi sono trovato a dover mettere mano su un Funkwerk,
precisamente un Bintec R4300, con una HDSL Telecom.
Povero ignorante come sono, abituato solo a indirizzamenti puri o PPPoE,
ho perso qualche ora solo a capire che dovevo utilizzare il Frame Relay
(grazie all'"FR" nella descrizione del servizio).
Nel PDF inviato da Telecom oltre alle reti da usare lato LAN e lato WAN,
ci sono i valori del DLCI e LMI, ma per quante configurazioni abbia
provato la connessione lato WAN non è mai stata operativa.

Qualcuno ha mai avuto a che fare con i Funkwerk o, ancora meglio, con la
configurazione di router HDSL?
Mirko Borsari 22 Apr 2016 10:53
Il Thu, 21 Apr 2016 23:58:34 +0200, Claiu***** ha scritto:


> Qualcuno ha mai avuto a che fare con i Funkwerk o, ancora meglio, con la
> configurazione di router HDSL?

quelle poche hdsl su cui ho messo mano io erano molto semplici (ma può
essere che nel frattempo sia cambiato il discorso), una punto punto
sulla wan (e gli ip erano indicati), un ip pubblico (se ricordo bene
veniva indicato quale) del pool assengato sulla lan del router e via
(mi raccomando senza NAT, che era un errore che facevano in molti).
Di più non so dirti, è passato troppo tempo.


--
MirkoB. news@bsi-net.it
Motoretta BMW R1200R Lightgrey

L'indirizzo ema@il non è da considerarsi pubblico,
ma utilizzabile solo per temi inerenti il NG corrente
meddix on WINSETTETE 22 Apr 2016 22:05
Il 22/04/2016 10:53, Mirko Borsari ha scritto:
> (mi raccomando senza NAT, che era un errore che facevano in molti)
spero che tu intenda che senza nat è un errore...
Mirko Borsari 26 Apr 2016 09:11
Il Fri, 22 Apr 2016 22:05:45 +0200, meddix on WINSETTETE ha scritto:

> Il 22/04/2016 10:53, Mirko Borsari ha scritto:
>> (mi raccomando senza NAT, che era un errore che facevano in molti)
> spero che tu intenda che senza nat è un errore...

no no... l'ip della punto-punto non si poteva usare per navigare
(l'ultima hdsl su cui ho la certezza è di qualche anno fa), quindi se
tu configuravi il nat sul router non andava na mazza.
Per navigare dovevi usare il pool di ip che ti assegnano.

PS. non ti è mai capitato di vedere la reticella con 2-3 PC, con
l'HDSL che avevano gli ip pubblici direttamente configurati sulla
scheda di rete?




--
MirkoB. news@bsi-net.it
Motoretta BMW R1200R Lightgrey

L'indirizzo ema@il non è da considerarsi pubblico,
ma utilizzabile solo per temi inerenti il NG corrente
Claiudio 6 Mag 2016 15:18
Il 22/04/2016 10:53, Mirko Borsari ha scritto:
> Il Thu, 21 Apr 2016 23:58:34 +0200, Claiu***** ha scritto:
>
>
>> Qualcuno ha mai avuto a che fare con i Funkwerk o, ancora meglio, con la
>> configurazione di router HDSL?
>
> quelle poche hdsl su cui ho messo mano io erano molto semplici (ma può
> essere che nel frattempo sia cambiato il discorso), una punto punto
> sulla wan (e gli ip erano indicati), un ip pubblico (se ricordo bene
> veniva indicato quale) del pool assengato sulla lan del router e via
> (mi raccomando senza NAT, che era un errore che facevano in molti).
> Di più non so dirti, è passato troppo tempo.
>
>
Prima di tutto ringrazio per la risposta.
Scrivo qui per segnalare che NON ci sono novità di sorta, a parte che ho
contattato un paio di giorni fa il distributore italiano e sto
aspettando risposta.

Comunque, dal poco che ho potuto capire dalle configurazioni Cisco
reperibili su Internet, ho il sospetto che c'è qualcosa di mancante nel
Funkwerk: nella pagina di configurazione IP dell'interfaccia FR non c'è
alcuna possibilità di configurare un indirizzo e relativa netmask, tipo
80.81.82.82/30, ma solo l'indirizzo IP.
Se neanche il distributore riesce a dirmi qualcosa di utile,
probabilmente si dirà al cliente che dovrà aggiungere l'affitto del
router Telecom.

PS
Riguardo al NAT, devo dare ragione a Mirko: recentemente ho dovuto
configurare un'ADSL business Telecom con una rete da 8 indirizzi IP.
Nella documentazione c'erano scritti:
- l'IP (sbagliato...) del ptp lato WAN;
- la rete lato LAN;
- la nota esplicita di disattivare il NAT.

Ora, chi legge il seguito faccia un atto di fede:
Chi aveva configurato prima di me il router ADSL, aveva impostato sulla
LAN una rete 192.168.10.0/24, lato WAN il secondo IP della /29 e
attivato il NAT: la rete ptp non veniva quindi utilizzata. La
connessione c'era ma non potevano usare in maniera nativa gli IP.
Quando ho riconfigurato il router, ho dovuto aspettare almeno un paio di
minuti perché gli IP della /29 fossero usabili, come se il router lato
Telecom si fosse "riconfigurato" ad instradare la /29 attraverso la /30,
invece che usare direttamente la /29.
Claiudio 27 Mag 2016 21:29
Alla fine per la configurazione del Funkwerk/Bintec mi hanno passato,
dall'assistenza del distributore, il numero di un tecnico della Bintec
che dal mio PC, via Teamviewer, ha configurato il router.
Non so se la mia configurazione fosse corretta o meno, perché ha
preferito utilizzare telnet. Ha configurato la BMG, anche se non so se
fosse un parametro così fondamentale.
Sicuramente ha cestinato la mia ipotesi sull'utilizzo di una /30 per la
connessione lato WAN, dicendo che non è così fondamentale. Presumo
perché venga usato l'inverse ARP nel Frame Relay.
In ogni caso, mi ha fatto contento e ha manipolato la configurazione
fino a farmi vedere quello che volevo, cioè la /30 sulla WAN :-).

Mi ha poi lasciato un paio di comandi per vedere se l'interfaccia mpfr1
(Multi Protocol over Frame Relay) riceveva traffico e forzare un reset
dell'interfaccia *****e.
Me li ha lasciati perché dopo che l'ha configurato, il dubbio che è
sorto è che o era bloccato il terminatore di linea, da cui poi esce la
*****e V35, o c'era un'interruzione di linea.
Oggi ho potuto chiamare l'assistenza TIM e dopo vari controlli è emerso
che forse la linea è proprio interrotta e dovranno mandare qualcuno a
controllare dove sia fisicamente il problema.

Per il momento ho quindi potuto capire che quello scatolotto, il
terminatore di linea da cui esce la *****e, è già di per se una specie
router, che fa solo incapsulamento, da FR a qualche altro protocollo.
Quindi, quando vedevo che dall'interaccia del Funkwerk la *****e
negoziava a 2 Mbps, non stava comunicando con la centrale, ma con il
terminatore, a un metro di distanza (si chiama DCE? Boh).

Infine, mia riflessione personale, non è proprio così necessario avere
il router in comodato e amministrato da Telecom per avere una CPE che
possano verificare se è raggiungibile o meno.

Vediamo come proseguirà la cosa.
Claiudio 13 Giu 2016 21:51
Il 27/05/2016 21:29, Claiu***** ha scritto:
> Vediamo come proseguirà la cosa.
Alla fine sono stati aperti due ticket di assistenza, perché la prima
volta il tecnico è uscito, ha controllato nell'edificio del cliente, ha
verificato che c'era effettivamente qualche problema col doppino e ha
chiesto al cliente se poteva verificare se funzionava Internet: peccato
solo che in mezzo ci sia un router che fa failolver e pensavano che
funzionasse tutto.

Nessuno mi ha avvisato, ma vedendo che ancora non funzionava niente, ho
chiesto un altro controllo, maturato poi in una seconda richiesta di
intervento, perché hanno ricontrollato e hanno visto che c'erano molti
errori dalla centrale al DCE.
Altro giro di altro tecnico, portandosi dietro un router muletto, e
finalmente la connessione HDSL ha preso a funzionare.

Che liberazione.

Riassumendo, i problemi non erano nella configurazione del router, ma
nel doppino in rame e nei connettori lato centrale.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Reti locali | Tutti i gruppi | it.comp.reti.locali | Notizie e discussioni reti locali | Reti locali Mobile | Servizio di consultazione news.