Reti locali
 

Alimentazione ridondante per apparati a singolo alimentatore

Mirko Borsari 28 Set 2016 11:02
Ciao a tutti,

vorrei alimentare tutti gli apparati a singola alimentazione
attraverso due UPS in parallelo.
Ho trovato qualcosa in casa APC, ma è una soluzione esagerata sia in
termini di costo sia in termini di funzionalità... a me basterebbe
molto meno.
Non so se esista, ma mi sarebbe sufficente una multipresa con metà
prese alimentate da un ups l'altra metà dell'altro (in modo da avere
anche un minimo di bilanciamento) e in caso di fail di
un'alimentazione ci fosse uno switch sull'altra...
Esiste qualcosa del genere a costi ragionevoli?
grazie a tutti.



--
MirkoB. news@bsi-net.it
Motoretta BMW R1200R Lightgrey

L'indirizzo ema@il non è da considerarsi pubblico,
ma utilizzabile solo per temi inerenti il NG corrente
writethem 28 Set 2016 11:16
Il 28/09/2016 11:02, Mirko Borsari ha scritto:
> Ciao a tutti,
>
> vorrei alimentare tutti gli apparati a singola alimentazione
> attraverso due UPS in parallelo.
> Ho trovato qualcosa in casa APC, ma è una soluzione esagerata sia in
> termini di costo sia in termini di funzionalità... a me basterebbe
> molto meno.
> Non so se esista, ma mi sarebbe sufficente una multipresa con metà
> prese alimentate da un ups l'altra metà dell'altro (in modo da avere
> anche un minimo di bilanciamento) e in caso di fail di
> un'alimentazione ci fosse uno switch sull'altra...
> Esiste qualcosa del genere a costi ragionevoli?
> grazie a tutti.

E' un argomento particolarmente delicato in quanto ups (parlo non di
quelli piccolini) in cascata (o in architetture similari) sviluppano
armoniche in grado di innescare (spesso ma non sempre) gli ups
adiacenti. Il fatto che un "cluster di ups" abbia costi sostenuti, non
mi meraviglia.

Normalmente in questi casi dove non ho alimentazioni ridondate (capita
insomma di avere server a 2 PSU, storage a 2 PSU ma magari gli attivi di
rete con una sola PSU e di non aver previsto attivi blade o duplicati)
cerco di mettere un UPS "serio" sulla linea primaria (ovviamente online,
con bypass manuale ed elettronico in caso di problemi, etc..) ed uno più
economico sulla linea secondaria dove ho solo le ridondanze (sempre
online, altrimenti fanno passare le sovratensioni).

Seguo con piacere la discussione, magari c'è un modo digliore di gestire
la cosa.
ObiWan 28 Set 2016 11:32
:: On Wed, 28 Sep 2016 11:16:49 +0200
:: (it.comp.reti.locali)
:: <nsg1qj$knr$1@gioia.aioe.org>
:: writethem <poiuuuu@the_google_mail.com> wrote:

>> vorrei alimentare tutti gli apparati a singola alimentazione
>> attraverso due UPS in parallelo.
[...]

> Normalmente in questi casi dove non ho alimentazioni ridondate
> (capita insomma di avere server a 2 PSU, storage a 2 PSU ma magari
> gli attivi di rete con una sola PSU e di non aver previsto attivi
> blade o duplicati) cerco di mettere un UPS "serio" sulla linea
> primaria (ovviamente online, con bypass manuale ed elettronico in
> caso di problemi, etc..) ed uno più economico sulla linea secondaria
> dove ho solo le ridondanze (sempre online, altrimenti fanno passare
> le sovratensioni).
>
> Seguo con piacere la discussione, magari c'è un modo digliore di
> gestire la cosa.

beh, queste sono alcune soluzioni

http://pqlit.eaton.com/ll ******* bylitcode.asp?doc_id=10925

http://apps.geindustrial.com/publibrary/checkout/GEA-D1005?TNR=Data%20Sheets%7CGEA-D1005%7CPDF&filename=GEA-D1005-GB.pdf

ovvio che poi, tutto dipende dal budget e da cosa si vuole ottenere,
anche perchè, di norma, gli UPS dovrebbero fungere soltanto da tampone
temporaneo al fine di permettere l'avviamento e l'entrata in funzione
dei generatori
Archaeopteryx 28 Set 2016 11:32
> vorrei alimentare tutti gli apparati a singola
> alimentazione attraverso due UPS in parallelo. Ho
> trovato qualcosa in casa APC, ma è una soluzione
> esagerata sia in termini di costo sia in termini di
> funzionalità... a me basterebbe molto meno. Non so se
> esista, ma mi sarebbe sufficente una multipresa con
> metà prese alimentate da un ups l'altra metà
> dell'altro (in modo da avere anche un minimo di
> bilanciamento) e in caso di fail di un'alimentazione ci
> fosse uno switch sull'altra... Esiste qualcosa del
> genere a costi ragionevoli? grazie a tutti.

Come già detto, due UPS in parallelo possono creare
problemi anche importanti, personalmente non lo farei mai.

Anche io ho un problema simile e avevo iniziato ad
affrontarlo con Arduino dato che avevo anche altre cose da
controllare. La soluzione che avevo messo in piedi era
fatta con due relè a cascata (ovviamente tutto doppio polo
doppio contatto). Il primo se alimentato faceva passare la
tensione di rete, in mancanza della quale la sua apertura
faceva commutare su un primo UPS, e una cosa simile per il
secondo. Non essendo uno smanettatore di elettronica ho
avuto tante di quelle grane che ho rinunciato (ma non
erano legate all'idea quanto ai problemi per programmare
arduino), ma penso che fosse una soluzione valida.

Quello che ti suggerisco è postare sul NG di elettronica e
vedere se esistono dispositivi di commutazione automatica,
che nel tuo caso andranno a cascata 1) Rete vs. primo UPS
2) primo UPS vs. secondo UPS, e se non si può adattare
niente chiedere se qualcuno possa realizzarti il circuito.

Molti fanno questo tipo di lavoro su specifiche e spesso
il risultato è buono. Se però il tutto deve funzionare in
una realtà industriale o dove servono certificazioni credo
che non sia una strada praticabile e tocca mettere mano al
conto in banca.

ciao

Apx.

--
- mi legga le carte.
- sua suocera avrà un grave incidente stradale.
- questo lo so, voglio sapere se la polizia
mi scoprirà.
LAB 28 Set 2016 11:51
Una soluzione non tanto pulita, ma un po' da studiare, potrebbe essere
raddrizzare ogni alimentazione con un ponte di *****di e mettere le uscite
in parallelo. Bisogna solo vedere su tutti gli apparati possono essere
alimentati con una tensione pulsante anziché alternata.
Archaeopteryx 28 Set 2016 11:57
Il 28/09/2016 11:51, LAB ha scritto:
> Una soluzione non tanto pulita, ma un po' da studiare,
> potrebbe essere raddrizzare ogni alimentazione con un
> ponte di *****di e mettere le uscite in parallelo.
> Bisogna solo vedere su tutti gli apparati possono
> essere alimentati con una tensione pulsante anziché
> alternata.
>

Figo, chi sa se un alimentatore sw. può essere alimentato
così...


--
- mi legga le carte.
- sua suocera avrà un grave incidente stradale.
- questo lo so, voglio sapere se la polizia
mi scoprirà.
Mirko Borsari 28 Set 2016 12:11
Il Wed, 28 Sep 2016 11:32:35 +0200, ObiWan ha scritto:


>> Seguo con piacere la discussione, magari c'è un modo digliore di
>> gestire la cosa.
>
> beh, queste sono alcune soluzioni
>
> http://pqlit.eaton.com/ll ******* bylitcode.asp?doc_id=10925
>
>
http://apps.geindustrial.com/publibrary/checkout/GEA-D1005?TNR=Data%20Sheets%7CGEA-D1005%7CPDF&filename=GEA-D1005-GB.pdf
>
> ovvio che poi, tutto dipende dal budget e da cosa si vuole ottenere,
> anche perchè, di norma, gli UPS dovrebbero fungere soltanto da tampone
> temporaneo al fine di permettere l'avviamento e l'entrata in funzione
> dei generatori

rispondo ad entrambi...
Parliamo pure di cose grosse e fatte come si deve che possono essere
utili a tutti, ma la mia specifica richiesta era per la rete minimal
del mio ufficio.
3-4 server esx, un paio di storage e tutta la parte di rete... ho un
paio di APC smart da 750, con un'autonomia di mezzora scarsa (più che
sufficente, a parte manutenzioni programmate in cabina non sono mai
rimasto senza corrente per così tanto).
Potrei lasciare tranquillamente tutto così con parti ridondate e altre
no e vivere felice, ma l'idea di avere tutto pilotato da entrambi gli
UPS mi interessava... un po' per sopperire ad eventuali fail e un po'
per discorsi di manutenzione (e anche per esperienza).
quindi non ho linee secondare e nemmeno generatori...
Pensavo proprio a qualcosa di molto semplice... tipo un paio di bypass
automatici che switchassero da una parte o dall'altra.
Altrimenti APC ha proprio quello che mi serve, ma costa oltre
700eur... non ha senso su una rete così.
https://goo.gl/gXZokB





--
MirkoB. news@bsi-net.it
Motoretta BMW R1200R Lightgrey

L'indirizzo ema@il non è da considerarsi pubblico,
ma utilizzabile solo per temi inerenti il NG corrente
writethem 28 Set 2016 12:27
Il 28/09/2016 11:57, Archaeopteryx ha scritto:
> Il 28/09/2016 11:51, LAB ha scritto:
>> Una soluzione non tanto pulita, ma un po' da studiare,
>> potrebbe essere raddrizzare ogni alimentazione con un
>> ponte di *****di e mettere le uscite in parallelo.
>> Bisogna solo vedere su tutti gli apparati possono
>> essere alimentati con una tensione pulsante anziché
>> alternata.
>>
>
> Figo, chi sa se un alimentatore sw. può essere alimentato
> così...


a livello teorico, splendido. Da mettere sulle mie macchine... nemmeno
sotto ******* preferisco i miei ups singoli. :-)
acc 28 Set 2016 14:22
Il 28/09/2016 11.02, Mirko Borsari ha scritto:

> Esiste qualcosa del genere a costi ragionevoli?

Invece di crearti dei problemi, prendi un usato.
Virgilio Lattanzi 5 Ott 2016 20:28
On 28/09/2016 11:51, LAB wrote:
> Una soluzione non tanto pulita, ma un po' da studiare, potrebbe essere
> raddrizzare ogni alimentazione con un ponte di *****di e mettere le uscite
> in parallelo. Bisogna solo vedere su tutti gli apparati possono essere
> alimentati con una tensione pulsante anziché alternata.

Mi vengono in mente molti dubbi, ma il più grosso è sulla sincronia dei
due UPS in assenza di tensione di rete. Immagina uno sfasamento di 90
gradi tra i due ed alimenti lo switching con una quasi continua.

Le circuiterie dei PFC dello switching non so come la prendono.
Io la prenderei male. :P

Ciao,

--
Virgilio Lattanzi Teamsystem Communication srl
Tel: +39 0733 818863 via Fontanella, 38
Fax: +39 0733 819133 62012 Civitanova Marche MC
WWW: www.tscomm.it ITALY

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Reti locali | Tutti i gruppi | it.comp.reti.locali | Notizie e discussioni reti locali | Reti locali Mobile | Servizio di consultazione news.