Reti locali
 

mappatura porte modem TIM
1 | 2 |

Dav.P 6 Mag 2017 16:07
Ciao spero fortemente in un aiuto in quanto sono inguaiato con un impianto di
videosorveglianza
dove non riesco a gestire le telecamere da remoto (impianto con integrazione
Centrale allarme-
telecam.) , sto avendo spiacevoli contatti con il modem TIM Sercomm VD625 ,
l'assistenza da
quarto mondo TIM e altri dubbi, non ho molta esperienza di messe in rete ma
questo modem
sembra essere limitato stupidamente a livello software in quanto nella scheda
del port mapping
non posso mappare una porta verso ciascuna telecamera in quanto esse non
compaiono nel
menu a tendina ce mostra i dispositivi, stranamente la centrale allarme viene
elencata con il
numero IP, mentre il resto con nome di rete, facendo un ip scan da pc le 2
******* non hanno nome
di rete, inizialmente esse dovevano avere ip fisso, ho provato ad a metterle in
dhcp creando poi
una regola nel modem per vederle sepre allo stesso ind. IP, ma il giorno dopo
gia' le perdeva e
comunque il gg stesso da casa mia accedevo alla pagina di login delle 2 *******
ma inserite le chiavi
d'accesso mi rifiutava l'accesso con un messaggio in finestra quando invece in
locale non c'erano
problemi con le stesse chiavi, beh qui potrebbe essere un problema della
telecamera penso, ma
non lo so in quanto non esistono manuali!! Se qualcuno ha avuto esperienza..
grazie.
Dav.P 6 Mag 2017 16:08
per chi non ricorda e' un modem verticale squadrato bianco con tagli diagonali.
Dav.P 6 Mag 2017 16:44
Trattasi di modem fibra..
Dav.P 6 Mag 2017 17:25
altri dati, la centrale allarme, 2 telecamere ip, videoregistratore, sono
collegati a uno switch che e'
poi collegato al modem via powerline. aprendo la pagina Overview, la prima, non
mi mostra piu' le
2 telecamere sotto i disposit. ethernet.
Valerio Vanni 7 Mag 2017 22:32
On Sat, 6 May 2017 16:07:03 +0200, "Dav.P" <davipNO@tiscali.it> wrote:

>sembra essere limitato stupidamente a livello software in quanto nella scheda
del port mapping
>non posso mappare una porta verso ciascuna telecamera in quanto esse non
compaiono nel
>menu a tendina ce mostra i dispositivi, stranamente la centrale allarme viene
elencata con il
>numero IP, mentre il resto con nome di rete, facendo un ip scan da pc le 2
******* non hanno nome
>di rete, inizialmente esse dovevano avere ip fisso

Perché non l'hai messo fisso?

>ho provato ad a metterle in dhcp creando poi
>una regola nel modem per vederle sepre allo stesso ind. IP, ma il giorno dopo
gia' le perdeva e
>comunque il gg stesso da casa mia accedevo alla pagina di login delle 2 *******
ma inserite le chiavi
>d'accesso mi rifiutava l'accesso con un messaggio in finestra quando invece in
locale non c'erano
>problemi con le stesse chiavi

Questo però potrebbe dipendere dalle telecamere: se vedi la pagina
d'accesso la comunicazione è stabilita.

Potrebbero essere impostate per rifiutare gli accessi che non arrivano
dalla rete locale. Magari solo alla pagina d'amministrazione.



--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
Valerio Vanni 8 Mag 2017 02:33
On Sun, 7 May 2017 23:42:40 +0200, "Dav.P" <davipNO@tiscali.it> wrote:

>> Perché non l'hai messo fisso?
>
>ho scritto male, inizialmente erano fissi...

Volevo dire: hai provato a metterli fissi? Ti dà lo stesso problema
che ho riportato nell'altra discussione?
Se la leggi fino in fondo, puoi vedere che ci sono casi in cui non
capita.

>> Potrebbero essere impostate per rifiutare gli accessi che non arrivano
>> dalla rete locale. Magari solo alla pagina d'amministrazione.
>
>si l'avevo pensato infatti avevo poi creato un utenza non admin ma poi non ho
continuato

Non credo che c'entri l'utenza admin o non admin.
La telecamera potrebbe rifiutare le connessioni *alle pagine di
amministrazione* da reti che non siano quella locale, e lasciare
libera la pagina di visualizzazione.

E' solo un'ipotesi...

>le prove
>da remoto perche' il modem non vedeva le 2 ******* e quindi non valevano le 2
mappature porta.

Quindi non ti riesce a mappare un IP non assegnato dal DHCP?
Forse è proprio il difetto di cui parlavo, quella *****heria di router
vuol gestire tutto col suo DHCP.


--
Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario
e quelle che non lo capiscono.
ObiWan 8 Mag 2017 08:49
:: On Sat, 6 May 2017 16:07:03 +0200
:: (it.comp.reti.locali)
:: <aMkPA.2139$p3.1109@tornado.fastwebnet.it>
:: "Dav.P" <davipNO@tiscali.it> wrote:

> Sercomm VD625

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2797312

se non ho visto male il coso dovrebbe poter essere configurato come
semplice "modem" (bridge); in tal caso, potresti acquistare un router
degno di questo nome (senza interfaccia xDSL ma con una wan eth) e
connetterlo "dietro" al sercomm, configurando quest'ultimo come modem e
gestendo tutto il resto (DHCP, forwarding, etc) dal *tuo* router
Dav.P 8 Mag 2017 11:48
http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2797312

se non ho visto male il coso dovrebbe poter essere configurato come
semplice "modem" (bridge); in tal caso, potresti acquistare un router
degno di questo nome (senza interfaccia xDSL ma con una wan eth) e
connetterlo "dietro" al sercomm, configurando quest'ultimo come modem e
gestendo tutto il resto (DHCP, forwarding, etc) dal *tuo* router
---------
Grazie terro' conto, non avevo pensato, pero' presenta difficolta' in quanto
il al router dovrei affiancare un AP e il tutto nella camera della cliente che
e'
infastidita da un modem che lo spegne ogni notte, figuriamoci 3 apparati,
l'AP deve essere in zona modem per via del segnale, intanto dico che stamattina
ho smanettato ancora ma non si riesce a cavare il ragno e ho telefonato a TIM
che mi ha controllato e detto che il modem va cambiato, domani vengono.
Ciao.
GabrieleMax 8 Mag 2017 14:46
> Grazie terro' conto, non avevo pensato, pero' presenta difficolta' in quanto
> il al router dovrei affiancare un AP e il tutto nella camera della cliente che
e'
> infastidita da un modem che lo spegne ogni notte, figuriamoci 3 apparati,
> l'AP deve essere in zona modem per via del segnale, intanto dico che
stamattina
> ho smanettato ancora ma non si riesce a cavare il ragno e ho telefonato a TIM
> che mi ha controllato e detto che il modem va cambiato, domani vengono.
> Ciao.

Tutti abbiamo iniziato da qualcosa e ti chiedo scusa in anticipo se per
quel che ti andrò a scrivere ti potrò sembrare saccente, scortese o
maleducato! :)

Per lavoro non creo impianti di videosorveglianza però i pochi che ho
realizzato per i parenti strettissimi hanno previsto la creazione di vpn
con certificati ssl a 256bit diversi per ogni client, ipcam hd
night&day, registrazione su server di screenshot e filmati, copia del
materiale su altra macchina per sicurezza, sd ******* su ogni ipcam nel
caso si fottesse il server, backup su 4g nel caso disconnettessero la
fibra e dulcis in fundo tutto poe con gruppo di continuità per switch e
server.

Sono un "semplice" informatico, lavoro non installo impianti di
videosorveglianza e non voglio insegnare il mestiere a nessuno però
qualche dubbio sul tuo modo di lavorare permittimi di averlo.

Saluti.
GabrieleMax
Dav.P 8 Mag 2017 18:08
Tutto quello che hai detto non pensi che abbia un prezzo? (in piu)
Dav.P 8 Mag 2017 18:11
dimenticavo, come fanno a togliere la corrente alle telecamere se prima non si
avvicinano a esse
per dargli un colpo o arrivare al quadro elettrico/contatore? Li registreranno
pure? il sistema
d'allarme sara' collegato con le tcam per cui il cloud puo' sempre registrare
qualcosa come backup.
GabrieleMax 8 Mag 2017 22:19
Il 08/05/2017 18:08, Dav.P ha scritto:
> Tutto quello che hai detto non pensi che abbia un prezzo? (in piu)

-Server Debian Stretch con Athlon 800 che fa tutto (NAS, VPN, etc.)
costo zero in quanto recuperato in cantina;
-Telecamere HD Asoni costo 200 USD l'una ipotizziamo di metterne un paio
quindi 400 USD;
-Gruppo di continuità sui 250 euro;
-Switch poe Zyxel GS1900-10HP sui 130 euro;
-Cavo di rete Belden Cat.6 una matassa sui 60 USD:
-Chiavetta Huawei per navigare con ogni operatore 8,89 euro;
-Cloud come backup remoto gratis.
-Sd ******* da 8gb 5,29 euro l'una.

Totale a spanne senza contare che il cambio euro dollaro ora è
favorevole potremmo arrotondare a 850 euro iva compresa con materiale
come il cavo che avanzerebbe, mettiamoci un 500 euro di manodopera ed
arriviamo a 1350.

Ipotizziamo di non avere un computer di recupero e quindi potremmo
trovarne uno a tenersi larghi sui 300 euro ed arriveremmo a 1650 euro
totali prezzo imho accettabilissimo poi ti giostri il discorso
assistenza, potendo gestire da remoto ogni parametro in vpn praticamente
usciresti mai ma ti faresti comunque pagare qualcosa.

Saluti.
GabrieleMax
GabrieleMax 8 Mag 2017 22:30
Il 08/05/2017 18:11, Dav.P ha scritto:
> dimenticavo, come fanno a togliere la corrente alle telecamere se prima non si
avvicinano a esse
> per dargli un colpo o arrivare al quadro elettrico/contatore? Li registreranno
pure? il sistema
> d'allarme sara' collegato con le tcam per cui il cloud puo' sempre registrare
qualcosa come backup.

Dipende dove le metti le telecamere, dipende il contesto, ci sono dei
modelli per casi particolari in grado di resistere agli urti, al fuoco,
etc. come alcune Mobotix ovvio che costino di più ma dipende dove stai,
magari ne basta una sola ma fatta bene.

Tra l'altro le Asoni da me citate come anche altre hanno un sensore che
si "allarma" se manomesse, se la telecamera non riuscisse a lanciare
l'allarme perchè "polverizzata" dal ladro in ambito server ci sono dei
controlli tipo ping che ogni tot secondi verificano il dialogo con le
periferiche ethernet quindi l'allarme può partire anche al contrario
potendo lanciare notifiche tramite mail o qualsiasi altro mezzo anche
sms fattibilissimo con le nuove chiavette.

Come già detto non ho nulla contro di te ci mancherebbe altro però nel
tuo campo la concorrenza è tanta e se sei una spanna sopra la
concorrenza e riesci questo valore aggiunto a venderlo ai tuoi clienti
hai trovato la quadra! :)

Saluti!
GabrieleMax
Mirko Borsari 9 Mag 2017 10:00
Il Mon, 8 May 2017 22:19:46 +0200, GabrieleMax ha scritto:

>> Tutto quello che hai detto non pensi che abbia un prezzo? (in piu)
>
> -Server Debian Stretch con Athlon 800 che fa tutto (NAS, VPN, etc.)
> costo zero in quanto recuperato in cantina;

ma tu sei veramente convinto che i clienti normali, quelli che di
informatica non ne vogliono capire niente (ed è giusto così), a fronte
di un interessante aumento del costo e di fronte ad una complessità
maggiore dell'utilizzo siano tutti pronti a dirti di si?
O tu sei molto fortunato e hai tutti clienti che spendono senza
problemi oppure non hai idea di cosa c'è la fuori...




--
MirkoB. news@bsi-net.it
Motoretta BMW R1200R Lightgrey

L'indirizzo ema@il non è da considerarsi pubblico,
ma utilizzabile solo per temi inerenti il NG corrente
GabrieleMax 9 Mag 2017 14:08
> ma tu sei veramente convinto che i clienti normali, quelli che di
> informatica non ne vogliono capire niente (ed è giusto così), a fronte
> di un interessante aumento del costo e di fronte ad una complessità
> maggiore dell'utilizzo siano tutti pronti a dirti di si?
> O tu sei molto fortunato e hai tutti clienti che spendono senza
> problemi oppure non hai idea di cosa c'è la fuori...

Aspetta, non ci siamo capiti, io ho realizzato quello che ho scritto per
parenti strettissimi e non lo faccio di lavoro.

Spiegami la complessità per l'utente finale nel cliccare sullo
smartphone sull'icona OpenVPN e poi sull'icona Tinycam per vedere in
tempo reale (con un modem fibra a casa) le telecamere.

Di recente ad un conoscente hanno venduto un sistema del genere (senza
vpn, senza backup, senza un tubo ma solo con il controllo remoto tramite
l'app proprietaria della ditta con i dati che girano nel server della
ditta) per la modica cifra di 5000 euro.

Quello da me preventivato con due telecamere hd si aggira, tutto
compreso, sui 1600 euro, con 4 telecamere hd si arriverebbe a 2000 euro,
sotto queste cifre imho il cliente può far da se con delle Dlink.

Il primo impianto di videosorveglianza che ho avuto modo di testare
registrava su vhs in locale con il loro cavo proprietario ed una
centralina fisica e quindi in questo caso bastava un elettricista o un
hobbista oggi imho se vuoi fare un lavoro serio in termini di
videosorveglianza, controllo remoto, etc. devi per forza essere pratico
di informatica.

Saluti.
GabrieleMax
GabrieleMax 9 Mag 2017 14:15
> hai dimenticato la cosa piu' importante, tutti gli ammennicoli in piu' vanno
installati configurati

Dipende che servizio vuoi dare ai clienti, c'è chi lavorando bene e
stando come si suol dire sempre sul pezzo in termini tecnologici non ha
bisogno di pubblicità e gli basta quella che gli viene fatta dai clienti
soddisfatti.

Con uno scatolotto da 20X20X10cm che ti fa da server gestisci tutto,
niente ammennicoli.

> e va via tempo. Poi non sono un informatico e non so cosa cavolo e' la vpn.

Come già detto son passati diversi anni da quando le telecamere erano
*****ogiche e giravano solo localmente e registravano su vhs, imho
qualcosina in termini informatici ti converrebbe apprendere.

Saluti.
GabrieleMax
GabrieleMax 9 Mag 2017 14:23
> vorra' dire che faro' dei corsi di aggiornamento, non e' possibile
preventivare 2 giorni di
> lavoro e arrivare al 4° solo per i settaggi perche' i manuali dei prodotti
fanno schifo e gli
> operatori telecom etc ti mettono il bastone tra le ruote..

Imho un impianto di videosorveglianza oggi è tutta informatica e se
"scorni" solo nel relazionarti con un router forse è ora passata di fare
qualche corso di aggiornamento! :)

Io compro spesso ipcam dalla Cina, ho iniziato con le Talitor secoli
addietro che ora fanno videosorveglianza per auto (...), ho proseguito
con le Orantek che adesso si sono buttati su citofoni ip e allarmi tipo
antincen***** ed ora sono con le Asoni davvero ottime!

Nel corso degli anni mi sono relazionato con diversi router Telecom,
privati tipo Zyxel o Linksys e via discorrendo però i problemi imho,
tolti i bachi dei firmware che per fortuna non ho mai trovato per quel
che dovevo fare, erano causati dal mio operato, non era certo colpa dei
manuali o degli altri! :)

Saluti.
GabrieleMax
Mirko Borsari 9 Mag 2017 15:24
Il Tue, 9 May 2017 14:08:13 +0200, GabrieleMax ha scritto:


>> O tu sei molto fortunato e hai tutti clienti che spendono senza
>> problemi oppure non hai idea di cosa c'è la fuori...
>
> Aspetta, non ci siamo capiti, io ho realizzato quello che ho scritto per
> parenti strettissimi e non lo faccio di lavoro.

ok, quindi non hai idea di quello che c'è la fuori...

> Spiegami la complessità per l'utente finale nel cliccare sullo
> smartphone sull'icona OpenVPN e poi sull'icona Tinycam per vedere in
> tempo reale (con un modem fibra a casa) le telecamere.

per me nessuna... ma per una persona che ha difficoltà a maneggiare
uno smartphone magari ci sono.
E poi me lo immagino già, uno deve fare due clic, il suo amico 1...
poi quando cambia smartphone bisogna installare questo, configurare
l'altro etc etc... insomma il mondo è vario e a molta gente non
interessa il come avvengono le cose in ambito informatico (ed è
giustissimo così) basta che vadano e siano semplici da usare.

> Di recente ad un conoscente hanno venduto un sistema del genere (senza
> vpn, senza backup, senza un tubo ma solo con il controllo remoto tramite
> l'app proprietaria della ditta con i dati che girano nel server della
> ditta) per la modica cifra di 5000 euro.

non puoi considerare solo il prezzo come termine di misura...

> Quello da me preventivato con due telecamere hd si aggira, tutto
> compreso, sui 1600 euro, con 4 telecamere hd si arriverebbe a 2000 euro,

di materiale acquistato, che va rivenduto guadagnandoci e garantito
(senza contare a tutte le problematiche privacy che ci sono e che
portano via tempo).

> sotto queste cifre imho il cliente può far da se con delle Dlink.

continui a dare per scontato che la gente abbia una conoscenza

>
> Il primo impianto di videosorveglianza che ho avuto modo di testare
> registrava su vhs in locale con il loro cavo proprietario ed una
> centralina fisica e quindi in questo caso bastava un elettricista o un
> hobbista oggi imho se vuoi fare un lavoro serio in termini di
> videosorveglianza, controllo remoto, etc. devi per forza essere pratico
> di informatica.

che siamo ******* ip o che siamo ******* *****ogiche alla fine puoi sempre
collegarle alla rete, quindi il concetto rimane.
Conosco un po' di gente che lavora nell'ambito videosorveglianza,
hanno conoscenze appena sufficenti di informatica, sufficenti per
impianti domestici o poco complessi, quando le cose si complicano
chiamano chi ne sa più di loro. Se dovessero mettersi li a conoscere
anche tutta la parte networking smetterebbero di fare quello e
farebbero networking...
Diciamo piuttosto che oggi è molto più semplice per uno che fa
networking approcciarsi alla videosorveglianza ip che non per uno che
fa videosorveglianza tradizionale.



--
MirkoB. news@bsi-net.it
Motoretta BMW R1200R Lightgrey

L'indirizzo ema@il non è da considerarsi pubblico,
ma utilizzabile solo per temi inerenti il NG corrente
ObiWan 9 Mag 2017 16:12
:: On Mon, 8 May 2017 14:46:24 +0200
:: (it.comp.reti.locali)
:: <oeppb0$u1b$1@virtdiesel.mng.cu.mi.it>
:: GabrieleMax <gabriele1NOSPAM@hotmail.com> wrote:

>> Grazie terro' conto, non avevo pensato, pero' presenta difficolta'
>> in quanto il al router dovrei affiancare un AP e il tutto nella
>> camera della cliente che e' infastidita da un modem che lo spegne
>> ogni notte, figuriamoci 3 apparati, l'AP deve essere in zona modem
>> per via del segnale, intanto dico che stamattina ho smanettato
>> ancora ma non si riesce a cavare il ragno e ho telefonato a TIM che
>> mi ha controllato e detto che il modem va cambiato, domani vengono.
>> Ciao.
>
> Tutti abbiamo iniziato da qualcosa e ti chiedo scusa in anticipo se
> per quel che ti andrò a scrivere ti potrò sembrare saccente, scortese
> o maleducato! :)
[...]


Lo scopo di questi gruppi è discutere le problematiche inerenti al
gruppo senza "museruola", e sebbene a volte la cosa possa causare
problemi, credo che parlare di qualcosa "fuori dai denti" sia uno degli
scopi di questi gruppi.

Detto questo; quello che hai scritto è sacrosanto; ma... quando poi uno
ti esce fuori con la storia del "modem in camera" credo sia il caso di
rivedere il "target"; in questo caso è un SoHo (se non più basso), per
cui, lascia perdere le complicazioni ed i suggerimenti e, considerando
quanto ha scritto l'OP, lascia perdere anche le risposte; non ne vale
la pena e comunque non capirebbe il perchè sia meglio fare "x" che "y"
ObiWan 9 Mag 2017 16:17
:: On Mon, 8 May 2017 18:11:57 +0200
:: (it.comp.reti.locali)
:: <fN0QA.2162$p3.1342@tornado.fastwebnet.it>
:: "Dav.P" <davipNO@tiscali.it> wrote:

> dimenticavo, come fanno a togliere la corrente alle telecamere se
> prima non si avvicinano a esse per dargli un colpo o arrivare al
> quadro elettrico/contatore? Li registreranno pure? il sistema
> d'allarme sara' collegato con le tcam per cui il cloud puo' sempre
> registrare qualcosa come backup.

Staccano la corrente dello stabile; si fa senza farsi inquadrare dalle
telecamere e, se il sistema non ha alimentazione di backup, sei *******
GabrieleMax 9 Mag 2017 19:14
> ok, quindi non hai idea di quello che c'è la fuori...

Non sono tutti pistola i clienti, molti si ma non tutti, dipende sempre
da come le spieghi le features e poi uno decide, del tipo se ti staccano
la corrente e le ******* non riprendono più che ci fai con l'impianto di
videosorveglianza? E quindi vai di backup e cosi' via...

> per me nessuna... ma per una persona che ha difficoltà a maneggiare
> uno smartphone magari ci sono.

In questo caso allora la videosorveglianza è meglio che se la faccia
gestire da un'agenzia apposita pagando ovviamente di più.

> E poi me lo immagino già, uno deve fare due clic, il suo amico 1...
> poi quando cambia smartphone bisogna installare questo, configurare
> l'altro etc etc... insomma il mondo è vario e a molta gente non
> interessa il come avvengono le cose in ambito informatico (ed è
> giustissimo così) basta che vadano e siano semplici da usare.

Un clic quando sei in casa, due clic quando sei fuori casa, dai non
esageriamo a dire che questo sia complicato, se sai usare uno smartphone
sei in grado di fare un clic su un'app e un altro semplice clic su un'altra.

Il discorso dell'amico, di quello che va meglio ci sarà sempre per
questo uno che fa un determinato lavoro deve sempre aggiornarsi e
puntare in alto proprio per evitare che i propri clienti gli si
rivoltino contro per avergli venduto soluzioni del 1800.

> non puoi considerare solo il prezzo come termine di misura...

Beh... anche questo ha il suo perchè!

> di materiale acquistato, che va rivenduto guadagnandoci e garantito
> (senza contare a tutte le problematiche privacy che ci sono e che
> portano via tempo).

Giustissimo ma una volta fatti i moduli e studiata la privacy la solfa è
quella, unisci i puntini come nella settimana enigmistica, poi ci sono i
contratti di garanzia, si può guadagnare meno prima e poi riprendersi
con questi ultimi.

> continui a dare per scontato che la gente abbia una conoscenza

Assolutamente no, bisogna semplicemente far capire al cliente come
risolvere i suoi problemi e per far questo ci vuole una persona capace
sia a livello tecnico che "commerciale", nessuno nasce stupido.

> che siamo ******* ip o che siamo ******* *****ogiche alla fine puoi sempre
> collegarle alla rete, quindi il concetto rimane.

Collegare delle *****ogiche in rete è una *****ata con la P maiuscola.

> Conosco un po' di gente che lavora nell'ambito videosorveglianza,
> hanno conoscenze appena sufficenti di informatica, sufficenti per
> impianti domestici o poco complessi, quando le cose si complicano
> chiamano chi ne sa più di loro. Se dovessero mettersi li a conoscere
> anche tutta la parte networking smetterebbero di fare quello e
> farebbero networking...

Un po' come se il fabbro che per una vita ha battuto il ferro con il
martello dovesse chiamare un altro per fare una saldatura, imho se fai
videosorveglianza con calma devi aggiornarti perchè anche in un impianto
di 4 ipcam è utile/importante sapere di networking e non puoi sempre
chiamare un altro tecnico.

> Diciamo piuttosto che oggi è molto più semplice per uno che fa
> networking approcciarsi alla videosorveglianza ip che non per uno che
> fa videosorveglianza tradizionale.

Diciamo che se si volesse davvero dare un servizio serio al cliente
finale oggi dovrebbe esserci nell'ambito in questione solo chi fa
networking (vedi controllo remoto, backup remoto, backup internet
locale, etc.) poi c'è sempre quello capace di vendere il ghiaccio agli
eschimesi ma imho prima o poi tutti i nodi vengono al pettine.

Saluti.
GabrieleMax
GabrieleMax 9 Mag 2017 19:18
> Staccano la corrente dello stabile; si fa senza farsi inquadrare dalle
> telecamere e, se il sistema non ha alimentazione di backup, sei *******
La persona che citavo nel mio posto che ha speso 5000 euro per tutto
l'impianto non ha alcun backup internet, men che meno un ups quindi un
ladro ha l'imbarazzo della scelta se troncare il filo dal palo dell'enel
o della telecom il tutto centinaia di metri prima che arrivi alla casa! :D

Saluti.
GabrieleMax
GabrieleMax 9 Mag 2017 19:31
> Lo scopo di questi gruppi è discutere le problematiche inerenti al
> gruppo senza "museruola", e sebbene a volte la cosa possa causare
> problemi, credo che parlare di qualcosa "fuori dai denti" sia uno degli
> scopi di questi gruppi.

Quoto!

> Detto questo; quello che hai scritto è sacrosanto; ma... quando poi uno
> ti esce fuori con la storia del "modem in camera" credo sia il caso di
> rivedere il "target"; in questo caso è un SoHo (se non più basso), per
> cui, lascia perdere le complicazioni ed i suggerimenti e, considerando
> quanto ha scritto l'OP, lascia perdere anche le risposte; non ne vale
> la pena e comunque non capirebbe il perchè sia meglio fare "x" che "y"

Imho se al giorno d'oggi per lavoro ti vuoi occupare di
videosorveglianza, che possa piacere o meno, sei costretto a stare sul
pezzo anche perchè poi quando hai un inghippo onsite devi sapere dove
mettere le mani e non puoi dire al cliente "aspetta che vado a farmi un
corso di networking e torno tra un po' a risolverti il problema" e non
puoi neanche pagare una figura terza perchè significherebbe meno guadagno!

Sarebbe piaciuto vivere di rendita anche a me quando ho iniziato ad
usare il dos 5.0 e windows 3.1 ed invece ho dovuto studiare per le MCP,
studiarmi Slackware, Debian, stack osi, etc.

Saluti.
GabrieleMax
GabrieleMax 10 Mag 2017 14:35
> aspetta di imbatterti nel router Sercomm...
> anche io non ho mai avuto grossi problemi per aprire qualche porta prima
> di oggi...

Non ho mai avuto l'occasione però credo che nei firmware dei router
l'aprire le porte sia l'abc, avessi detto la possibilità di fare WDS con
altri ap in cascata ok ma non ho capito dove ti sia "arenato"!

Scegli le porte da aprire e non te le apre realmente? Hai aggiornato il
firmware resettando e riconfigurando il router?

> cmq Asoni non la conosce nessuno in Italia in ambito tvcc, manco io..

Questa è la qualità di un loro vecchio prodotto:
https://www.youtube.com/watch?v=n1_CMBbg2iA

> ci sono marchi molto piu' importanti, ma questo e' un altro discorso..

Se hai un po' l'occhio lungo in Cina e non solo da quelle parti trovi
buoni prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo, se sei abituato a
comprare tutto dal fornitore sotto casa alzo le mani ma in questo caso
sia a livello tecnologico che di prezzo non pensare di avere il top
della tecnologia al migliore dei prezzi, di sicuro avrai meno
sbattimenti ma al tempo stesso meno guadagno con mille intermediari che
ti proporranno fondi di magazzino!

Ricordo anni addietro quando in Italia apparivano le prime lampade a led
basate sulla prima tecnologia mentre direttamente dalla Cina potevi
scegliere anche la tipologia di chip e quindi avere ad un prezzo
inferiore l'ultima tecnologia che in termini di resa luminosa e durata
era tutta un'altra storia!

Saluti.
GabrieleMax
Dav.P 16 Mag 2017 11:22
Aggiornamento: non potendo fare io la configurazione perche' evidentemente
bloccata
da sto router di cacca, ho dovuto chiedere l'assistenza telecom che in 2 minuti
e 30 euro
dico 30, mi ha aperto ste benedette porte, peccato che dopo un paio di giorni
non funziona
piu', a detta del 119 si tratta del fatto che la cliente spegne i modem tutte le
notti il che' impedirebbe
gli aggiornamenti e quindi la funzionalita' del port mapping, mi sembra una
cavolata, allora ho
richiesto di rifare la stessa configurazione a costo zero e mi dicono che devo
pagari altri 30,
la cliente mi ha detto che esiste un pulsante per escludere il wifi e allora ci
siamo accordati
per usarlo al posto di spegnerlo, ma giustamente non vuol pagare altri 30 per
fare una cosa che
io farei in 2 minuti a gratis, chiedo se avete riscontro di queste cose.. sto
perdendo un sacco di
ore in fregnacce assurde mai sentite, linee che cadono o operatori che dicono
uno una cosa uno
un'altra e che dicono che richiamano e poi non lo fanno quando chiami il 119.
Ciao.
Dav.P 17 Mag 2017 09:34
Altro dubbio e' come mai se utilizzo browser o appl. per antifurto devo avere le
porte aperte sul
router e invece usando l'applicazione dell'nvr non c'e' bisogno perche' le
telecamere si vedono.
Dav.P 17 Mag 2017 09:36
Da aggiungere che ho voluto mappare le porte verso due ip statici, e adesso che
mi viene in mente
forse e' questo il problema come dicevano negli altri thread, infatti l'nvr e'
rimasto sotto dhcp e si
vede ancora da remoto.
Dav.P 17 Mag 2017 09:43
> Altro dubbio e' come mai se utilizzo browser o appl. per antifurto devo avere
le porte aperte sul
> router e invece usando l'applicazione dell'nvr non c'e' bisogno perche' le
telecamere si vedono.

mi riferivo ad applicazioni per telefoni e tablet, comunque provo a ripondermi
da solo, come detto
l'nvr riesce sempre ad essere raggiunto da remoto, vedi post sotto, forse l'app
del nvr gestisce tutta
la comunicazione attraverso la porta 80 del nvr.
BIG Umberto 17 Mag 2017 22:59
Dav.P in data 09:34, mercoledì 17 maggio 2017, nel gruppo it.comp.reti.locali
ha scritto:

> Altro dubbio e' come mai se utilizzo browser o appl. per antifurto devo avere
> le porte aperte sul router e invece usando l'applicazione dell'nvr non c'e'
> bisogno perche' le telecamere si vedono.

Per applicazione nvr, intendi app nel telefonino?
A che ip si connette l'app?
Perché penso, dopo aver letto un po' tutto l'ambaradan che ci sia un mix di
situazioni.

Provo a fare una ipotesi...

L'nvr é in rete locale, per cui le ******* le vede.
Ma l'nvr, lavora sicuramente in cloud o p2p, per cui trasmette ad un server
esterno i flussi e l'app si collega a quel server.
Il principio di teamviewer, o di tunnel inverso.
Ti basta collegarti con l'app (o magari questa é giá settata per farlo) a quel
server esterno per vedere le *******
Per vederle col browser, devi fisicamente collegarti a loro, aprendo una porta
del router per ogni *******
E qui casca l'asino perché quel router non puoi gestirlo totalmente tu.


--
+--------------------------------------------------------------+
| Svegliarsi e leggere l'oroscopo: Domani morirai. |
| ...Ma era quello di ieri. |
+-----#63-----------------------------Disperazioni-------------+
Dav.P 18 Mag 2017 17:28
comunque oggi il modem si e' rivelato ancora piu un cacchio di pezzo di m., mi
ero riocordato
delle segnalazioni che la mappatura porte o nat o come la chiama qualcuno non
fungenva al
di fuori degli indirizzi dhcp, allora ho messo di nuovo le 2 telecam. in dhcp,
salvato e riavviate,
riprogrammato il ip dhcp fisso nell'interfaccia modem, riavviato, ma il balordo
non dava piu' l'ip
alle 2 telecamere che rimanevano col vecchio ip fisso.. mistero a tutto spiano,
il cliente non ne puo'
piu' di me e quindi dovro' fatturare solo i servizi che funzionano, grazie
Telecom.
BIG Umberto 18 Mag 2017 20:20
Dav.P in data 17:23, giovedì 18 maggio 2017, nel gruppo it.comp.reti.locali ha
scritto:

>> Ma l'nvr, lavora sicuramente in cloud o p2p, per cui trasmette ad un server
>
> no, a perte che non so ancora cos'e' sto p2p, ma l'applicaz. per telefono
> consente diverse vie per il collegamento e io ho scelto il ddns
> (dahuaddns.com).

Il p2p, almeno nelle ipcam attuali (vedi foscam e cloni cinesi) consiste
nell'inviare ad un server esterno lo stream.
Tu ti connetti con l'app a quel server.
In pratica invece di essere il cellulare che si connette alla ******* é la
******* che
si connette al cellulare.
É il principio che permette a teamviewer per esempio, di poter essere usato
anche su reti in cui é bloccato tutto in input.
Nelle 2 ipcam che ho (su 4 in totale), lo stream esce sulla 32100 udp verso un
server cinese e l'app si connette a questo per mostare le immagini.
Per questo avevo pensato che, essendo lo stream in uscita, non é necessario
aprire alcuna porta in ingresso.
Mentre volendosi collegare direttamente alle ******* col browser, serve aprire
le
porte!

--
+---------------------------------------------------------------------------+
| Astronauti: "Houston, abbiamo bisogno di assistenza su un PC!" |
| Houston: "Che sistema operativo c'e' installato su quel PC?" |
| Astronauti: "Windows XP!" |
| Houston: "Avete un problema..." |
+-----#10---------------------------Ora di cambiare. Passa a Linux.---------+

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Reti locali | Tutti i gruppi | it.comp.reti.locali | Notizie e discussioni reti locali | Reti locali Mobile | Servizio di consultazione news.