Reti locali
 

rete indirizzi statici

Civetta 10 Mag 2017 21:13
La mia mini lan ha attaccato pochi devices e tutti con ip statico. Gli
unici ip assegnati sono al tablet, smatphone e netbook ma dipendono dal
loro mac adress e sono sempre gli stessi.

Nonostante questo sniffandola vedo un ******* di pacchetti Multicast e
oggi il raspberry si è in*****ato: dovrebbe avere un ip statico ma
chiede anche ben due ip uno sulla ethernet e uno sulla wifi. In totale
si trova con 3 ( tre ) ip ed ovviamente non lo connetto.

Pensavo di disabilitare avahi che tanto non mi serve.

basta un apt-get purge avahi-daemon ?

e poi un apt-get autoremove?

o ci sono altri pacchetti da togliere?
BIG Umberto 10 Mag 2017 22:51
Civetta in data 21:13, mercoledì 10 maggio 2017, nel gruppo it.comp.reti.locali
ha scritto:

> La mia mini lan ha attaccato pochi devices e tutti con ip statico. Gli
> unici ip assegnati sono al tablet, smatphone e netbook ma dipendono dal
> loro mac adress e sono sempre gli stessi.
>
> Nonostante questo sniffandola vedo un ******* di pacchetti Multicast e
> oggi il raspberry si è in*****ato: dovrebbe avere un ip statico ma
> chiede anche ben due ip uno sulla ethernet e uno sulla wifi. In totale
> si trova con 3 ( tre ) ip ed ovviamente non lo connetto.
>
> Pensavo di disabilitare avahi che tanto non mi serve.
>
> basta un apt-get purge avahi-daemon ?
>
> e poi un apt-get autoremove?
>
> o ci sono altri pacchetti da togliere?

Dunque, se non usi il wifi, metti in /etc/rc.local
# Disable WIFI
ifconfig wlan0 down

Per avere un ip fisso, metti alla fine di /etc/dhcpd.conf
interface eth0
static ip_address=192.168 ******* yyy/24 (ip del pi3)
static routers=192.168 ******* zzz (router o gateway)
static domain_name_servers=(DNS1) (DNS2)

Prova cosí se riesci a risolvere qualcosa...

Poi, una piccola nota, riguardo quello che io di solito faccio...
Se un servizio non mi serve ORA, ma potrebbe servirmi, metto in /etc/rc*.d
quel servizio in kill, ossia rinomino il link da S*** a K***.
Se proprio la vedo brutta e non parte piú niente, o non posso piú connettermi,
metto tastiera, monitor e mouse esterni e smanetto da li, oppure metto la
schedina SD su uno dei pc e rimetto a posto quello che ho cambiato!
Se devo modificare un ******* prima della modifica ne faccio una copia...

--
+---------------------------------------------------------------------------+
| Etiam eu urna pellentesque, iaculis lectus a, venenatis ante. |
+-----#1---------------------------------------------Frasi celebri.---------+
Arne Saknussemm 11 Mag 2017 09:45
On Wed, 10 May 2017 21:13:17 +0200
"Civetta" wrote in it.comp.reti.locali <oevooc$12sc$1@gioia.aioe.org>:

> La mia mini lan ha attaccato pochi devices e tutti con ip statico.

Un suggerimento; invece di usare IP statici, usa il DHCP ed imposta le
reservations in base ai vari MAC address; il vantaggio è che in questo
modo, se dovessi modificare le impostazioni di rete (gateway, DNS, ...)
potrai farlo direttamente dal DHCP senza mettere mano ai devices; non
solo, molti router SoHo al momento dell'assegnazione da parte del DHCP
provvedono anche ad aggiornare il "DNS" interno, semplificando in tal
modo la risoluzione nome<->IP sulla LAN ed evitando inutile traffico
Civetta 11 Mag 2017 17:07
Il 11/05/2017 09:45, Arne Saknussemm ha scritto:
> On Wed, 10 May 2017 21:13:17 +0200
> "Civetta" wrote in it.comp.reti.locali <oevooc$12sc$1@gioia.aioe.org>:
>
>> La mia mini lan ha attaccato pochi devices e tutti con ip statico.
>
> Un suggerimento; invece di usare IP statici, usa il DHCP ed imposta le
> reservations in base ai vari MAC address; il vantaggio è che in questo
> modo, se dovessi modificare le impostazioni di rete (gateway, DNS, ...)
questo lo faccio con i device mobili che escono di casa, per i 4 device
statici PC, stampante e due casse dlna uso ip statici. Non ho una rete
di decine di device.....
Civetta 11 Mag 2017 18:15
Il 10/05/2017 22:51, BIG Umberto ha scritto:

> Prova cosí se riesci a risolvere qualcosa...

non capisco perchè essendo sul raspberry


----------------------------------------------
auto lo
iface lo inet loopback

auto eth0
iface eth0 inet static
address 192.168.2.30
gateway 192.168.2.1
netmask 255.255.255.0
broadcast 192.168.2.255
dns-nameservers 8.8.8.8

-----------------------------------------------

ed essendo ifconfig

---------------------------------------------------------------------
eth0 Link encap:Ethernet HWaddr ******************************x
inet addr:192.168.2.30 Bcast:192.168.2.255
Mask:255.255.255.0
inet6 addr: fe80::ba27:ebff:********************x Scope:Link
UP BROADCAST RUNNING MULTICAST MTU:1500 Metric:1
RX packets:1615 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
TX packets:437 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
collisions:0 txqueuelen:1000
RX bytes:102890 (100.4 KiB) TX bytes:53886 (52.6 KiB)

lo Link encap:Local Loopback
inet addr:127.0.0.1 Mask:255.0.0.0
inet6 addr: ::1/128 Scope:Host
UP LOOPBACK RUNNING MTU:65536 Metric:1
RX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0
TX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
collisions:0 txqueuelen:1
RX bytes:0 (0.0 B) TX bytes:0 (0.0 B)

wlan0 Link encap:Ethernet HWaddr ****************************************
UP BROADCAST MULTICAST MTU:1500 Metric:1
RX packets:9 errors:0 dropped:9 overruns:0 frame:0
TX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0
collisions:0 txqueuelen:1000
RX bytes:1540 (1.5 KiB) TX bytes:0 (0.0 B)
------------------------------------------------------------------------

secondo il router dopo reset alla fabbrica ( asus RT AC68U) la
connessione sia di tipo dhcp, ci siano due client sul rasberry che
comunicano con il router e perchè wlan0 (non configurata) abbia ricevuto
9 pacchetti per 1540 bytes
Civetta 11 Mag 2017 19:27
Il 11/05/2017 18:15, Civetta ha scritto:
> Il 10/05/2017 22:51, BIG Umberto ha scritto:
>
>> Prova cosí se riesci a risolvere qualcosa...
>
> non capisco perchè essendo sul raspberry

mi rispondo.

ho approvato ad azzerare tutto.

Ho riflashato il raspberry e resettato il router.

Bene il router continua a riconoscere il raspberry per il suo Mac
Address ed ad assegnarli il nome che avevo dato prima di flashare.

Per questo gli attribuisce un altro client oltre allo static. !!
writethem 12 Mag 2017 17:14
> Un suggerimento; invece di usare IP statici, usa il DHCP ed imposta le
> reservations in base ai vari MAC address; il vantaggio è che in questo
> modo, se dovessi modificare le impostazioni di rete (gateway, DNS, ...)
> potrai farlo direttamente dal DHCP senza mettere mano ai devices; non
> solo, molti router SoHo al momento dell'assegnazione da parte del DHCP
> provvedono anche ad aggiornare il "DNS" interno, semplificando in tal
> modo la risoluzione nome<->IP sulla LAN ed evitando inutile traffico


Dipende, a rigor di logica è un buon ragionamento. Nella pratica, però,
il DHCP ha un grosso difetto: essere difficilmente clusterizzabile,
ovvero non è b*****e creare delle ridondanze. Ergo, quello che può essere
obiettivamente un vantaggio nella gestione, quando ti salta il DHCP può
essere un dramma.

Ho visto reti da migliaia di host (con ridondanze ovunque) su centinaia
di ambiti diversi (come microsoft chiama il dhcp rilasciato su reti
esterni mediante dhcp helper in vpn) sedersi a causa del servizio andato
in malora. Così come non conto più le volte che un access point del
piffero è entrato in concorrenza con il DHCP dell'infrastruttura (quando
gli switch non gestivano o non avevano configurato il DHCP snooping).
ObiWan 12 Mag 2017 17:21
:: On Fri, 12 May 2017 17:14:42 +0200
:: (it.comp.reti.locali)
:: <of4jh2$mq8$1@gioia.aioe.org>
:: writethem <poiuuuu@the_google_mail.com> wrote:

>> Un suggerimento; invece di usare IP statici, usa il DHCP ed imposta
>> le reservations in base ai vari MAC address; il vantaggio è che in
>> questo modo, se dovessi modificare le impostazioni di rete
>> (gateway, DNS, ...) potrai farlo direttamente dal DHCP senza
>> mettere mano ai devices; non solo, molti router SoHo al momento
>> dell'assegnazione da parte del DHCP provvedono anche ad aggiornare
>> il "DNS" interno, semplificando in tal modo la risoluzione
>> nome<->IP sulla LAN ed evitando inutile traffico

> Dipende, a rigor di logica è un buon ragionamento. Nella pratica,
> però, il DHCP ha un grosso difetto: essere difficilmente
> clusterizzabile, ovvero non è b*****e creare delle ridondanze. Ergo,
> quello che può essere obiettivamente un vantaggio nella gestione,
> quando ti salta il DHCP può essere un dramma.

stiamo parlando di una rete domestica con una manciata di utente;
l'idea è quella di semplificarne al massimo la gestione :)
ObiWan 12 Mag 2017 17:23
:: On Fri, 12 May 2017 17:21:54 +0200
:: (it.comp.reti.locali)
:: <20170512172154.000025bc@eternal-september.org>
:: ObiWan <obiwan@mvps.org> wrote:

> :: On Fri, 12 May 2017 17:14:42 +0200
> :: (it.comp.reti.locali)
> :: <of4jh2$mq8$1@gioia.aioe.org>
> :: writethem <poiuuuu@the_google_mail.com> wrote:
>
>>> Un suggerimento; invece di usare IP statici, usa il DHCP ed
>>> imposta le reservations in base ai vari MAC address; il vantaggio
>>> è che in questo modo, se dovessi modificare le impostazioni di
>>> rete (gateway, DNS, ...) potrai farlo direttamente dal DHCP senza
>>> mettere mano ai devices; non solo, molti router SoHo al momento
>>> dell'assegnazione da parte del DHCP provvedono anche ad aggiornare
>>> il "DNS" interno, semplificando in tal modo la risoluzione
>>> nome<->IP sulla LAN ed evitando inutile traffico
>
>> Dipende, a rigor di logica è un buon ragionamento. Nella pratica,
>> però, il DHCP ha un grosso difetto: essere difficilmente
>> clusterizzabile, ovvero non è b*****e creare delle ridondanze. Ergo,
>> quello che può essere obiettivamente un vantaggio nella gestione,
>> quando ti salta il DHCP può essere un dramma.

> stiamo parlando di una rete domestica con una manciata di utente;
> l'idea è quella di semplificarne al massimo la gestione :)

utenZe; comunque, continuo a riterere che l'idea (nel suo contesto) non
sia affatto sbagliata; per il resto, ci sono sistemi per implementare
architetture con DHCP fault-tolerant... ma non credo sia il caso dell'OP

:)
Civetta 12 Mag 2017 17:46
Il 12/05/2017 17:23, ObiWan ha scritto:

>
> utenZe; comunque, continuo a riterere che l'idea (nel suo contesto) non
> sia affatto sbagliata; per il resto, ci sono sistemi per implementare
> architetture con DHCP fault-tolerant... ma non credo sia il caso dell'OP

direi di no.

Ho comunque scoperto il problema.

Sta nel router ASUS RT AC68U

A suo tempo avevo impostato la tabella DHCP

Ip <--> Mac Address


poi la ho cancellata ma lui continua a ricordarla...

Se blocco il server dhcp non ho il problema con il raspberry e non
ricorda gli altri device, se lo attivo ricorda ed allora oltre alla
configurazione IP sul raspberry aggiunge quella dhcp che ricorda

Comunque ifconfig sul rasp da una risposta carretta

Ho trovato questo:

https://www.snbforums.com/threads/user-nvram-save-restore-utility-r24a.19521/

sono una serie di script ( per asuswrt OEM e per asus wrt merlin) da
mettere in una chiavetta USB, inserirla nel router e poi da eseguire
via telnet

Salvano e restorano le configurazioni. Tra questi ce ne è uno che
pulisce la lista dei " mac address filtri" ma non ha funzionato

Non ha neppure funzionato fare il reset alla fabbrica e flashare un
altro firmware.

Sono tentato di flashare questo


https://asuswrt.lostrealm.ca/

una versione migliorata ma non rivoluzionaria rispetto all originale di
fabbrica
Civetta 12 Mag 2017 20:38
Il 12/05/2017 17:23, ObiWan ha scritto:

>
> utenZe; comunque, continuo a riterere che l'idea (nel suo contesto) non
> sia affatto sbagliata; per il resto, ci sono sistemi per implementare
> architetture con DHCP fault-tolerant... ma non credo sia il caso dell'OP

dopo aver installato nel router il firmware wrt-merlin sono riuscito a
vedere quale era il secondo ip assegnato alla eth0

Ho sniffato la rete e con il filtro "ip assegnato (182.168.2.172)" ho
trovato i pacchetti incriminati

-------------------------------------------------------------------------------
521 10.065559895 ras01.local Broadcast ARP
60 Who has 192.168.2.1? Tell 192.168.2.30
594 11.735441569 ras01.local Broadcast ARP
60 Who has 192.168.2.172? Tell 0.0.0.0
711 13.166936626 ras01.local Broadcast ARP
60 Who has 192.168.2.172? Tell 0.0.0.0
737 14.761504431 ras01.local Broadcast ARP
60 Who has 192.168.2.172? Tell 0.0.0.0
871 17.157406978 ras01.local Broadcast ARP
60 Gratuitous ARP for 192.168.2.172 (Request)
918 19.157502524 ras01.local Broadcast ARP
60 Gratuitous ARP for 192.168.2.172 (Request)
3795 96.911745058 ras01.local Broadcast ARP
60 Who has 192.168.2.2? Tell 192.168.2.30
3796 96.911757555 AsustekC_53:77:db ras01.local ARP
42 192.168.2.2 is at f4:6d:04:53:77:db
4131 104.604629648 AsustekC_53:77:db Broadcast ARP
42 Who has 192.168.2.172? Tell 192.168.2.2
4132 104.604986662 ras01.local AsustekC_53:77:db ARP
60 192.168.2.172 is at b8:27:eb:b5:93:0d

--------------------------------------------------------------------------------

non è il router che assegna il secondo IP ma il raspberry che si da un
AUTOIP nonostante ci sia già un IP statico . Questo è un palese bug
perchè AUTOIP deve funzionare solo in mancanza di IP
BIG Umberto 13 Mag 2017 12:52
Civetta in data 20:38, venerdì 12 maggio 2017, nel gruppo it.comp.reti.locali
ha scritto:

> dopo aver installato nel router il firmware wrt-merlin sono riuscito a
> vedere quale era il secondo ip assegnato alla eth0
>
> Ho sniffato la rete e con il filtro "ip assegnato (182.168.2.172)" ho
> trovato i pacchetti incriminati
[cut]
> non è il router che assegna il secondo IP ma il raspberry che si da un
> AUTOIP nonostante ci sia già un IP statico . Questo è un palese bug
> perchè AUTOIP deve funzionare solo in mancanza di IP

Una cosa che non ho capito.
Io uso i raspberry da anni, e da diversi mesi ho un pi3 acceso e che non mi ha
mai dato problemi come dici tu.
Da un messaggio precedente, mi sembra (ma potrei sbagliarmi) che tu imposti la
configurazione di rete in /etc/network/interfaces, giusto?
Non capisco quel "auto eth0" in piú che c'é. Non sará questo?
Io invece avevo scritto di provare a metterla in /etc/dhcpd.conf.

--
+---------------------------------------------------------------------------+
| Da un errore su un PC (visto realmente): |
| Keyboard not found! Press F1 to continue. |
+-----#28--------------------Campagna contro le pubblicita` i*****te.---------+
Civetta 13 Mag 2017 17:35
Il 13/05/2017 12:52, BIG Umberto ha scritto:

> Io uso i raspberry da anni, e da diversi mesi ho un pi3 acceso e che non mi ha
> mai dato problemi come dici tu.
> Da un messaggio precedente, mi sembra (ma potrei sbagliarmi) che tu imposti la
> configurazione di rete in /etc/network/interfaces, giusto?
> Non capisco quel "auto eth0" in piú che c'é. Non sará questo?

auto eth0 dice al sistema di far partire al boot la scheda rete eth0,
senza ho dubbi che funzioni.

usi l' ultima versione di raspbian come me?

Hai un router che ti consente di controllare le connessioni ?

Io me ne sono accorto dal router che mi diceva che due client usavano la
scheda rete del raspberry. Facendo ifconfig non risultava e si poteva
usare il raspberry. Quindi con i normali metodi di controllo non
risulta e si può usare il rasp

Ho dato il nome macchina al raspberry "rasp01".
Dai pacchetti ARP multicast che ho sniffato è evidente che il secondo ip
è auto generato dal rasp01 stesso ( sono di rasp01.local) con le
modalità del zeroconf che si usano nelle reti autoconfiguanti tipo uPnP
o dlna e questo è un bug perchè l' autoconfigurazione del ip è possibile
solo se il device non ha un suo ip ( statico o dhcp)

Non capisco come sia possibile dato che l' autoconfigurazione la fa
avahi che ho tolto.

Comunque ho provato minibian e non ho questi problemi come le stessa
identica configurazione di interfaces

> Io invece avevo scritto di provare a metterla in /etc/dhcpd.conf.

il mio server dhcp sta nel router, duplicarlo non ha senso.
BIG Umberto 13 Mag 2017 21:41
Civetta in data 17:35, sabato 13 maggio 2017, nel gruppo it.comp.reti.locali ha
scritto:

> Il 13/05/2017 12:52, BIG Umberto ha scritto:
>
>> Io uso i raspberry da anni, e da diversi mesi ho un pi3 acceso e che non mi
>> ha mai dato problemi come dici tu.
>> Da un messaggio precedente, mi sembra (ma potrei sbagliarmi) che tu imposti
>> la configurazione di rete in /etc/network/interfaces, giusto?
>> Non capisco quel "auto eth0" in piú che c'é. Non sará questo?
>
> auto eth0 dice al sistema di far partire al boot la scheda rete eth0,
> senza ho dubbi che funzioni.

Sicuro-sicuro?
in /etc/network/interfaces ho:
auto lo
iface lo inet loopback
iface eth0 inet manual
allow-hotplug wlan0
iface wlan0 inet manual
wpa-conf /etc/wpa_supplicant/wpa_supplicant.conf
allow-hotplug wlan1
iface wlan1 inet manual
wpa-conf /etc/wpa_supplicant/wpa_supplicant.conf



Il wifi poi lo disattivo in /etc/rc.local.
Ma é una scelta mia, perché cosí quando mi serve, lo attivo in un attimo.




Mantre alla fine di /etc/dhcpd.conf ho:
interface eth0
static ip_address=192.168 ******* yyy/24 (ip del pi3)
static routers=192.168 ******* zzz (router)
static domain_name_servers=(DNS1) (DNS2)





> usi l' ultima versione di raspbian come me?
Direi di si. Comunque aggiornata a ieri.


> Hai un router che ti consente di controllare le connessioni ?
No, in questo momento, ho disattivate tuttle le operazioni di configurazione
per sicurezza, in pratica, bisogna ricaricare tutto il software per riuscire a
modificare qualcosa. Posso vedere solo i log degli accessi, ma dando un:
sudo nast -m
da altri pc in rete, vedo solo "quel" raspberry.


> Io me ne sono accorto dal router che mi diceva che due client usavano la
> scheda rete del raspberry. Facendo ifconfig non risultava e si poteva
> usare il raspberry. Quindi con i normali metodi di controllo non
> risulta e si può usare il rasp
>
> Ho dato il nome macchina al raspberry "rasp01".
> Dai pacchetti ARP multicast che ho sniffato è evidente che il secondo ip
> è auto generato dal rasp01 stesso ( sono di rasp01.local) con le
> modalità del zeroconf che si usano nelle reti autoconfiguanti tipo uPnP
> o dlna e questo è un bug perchè l' autoconfigurazione del ip è possibile
> solo se il device non ha un suo ip ( statico o dhcp)
>
> Non capisco come sia possibile dato che l' autoconfigurazione la fa
> avahi che ho tolto.
>
> Comunque ho provato minibian e non ho questi problemi come le stessa
> identica configurazione di interfaces
>
>> Io invece avevo scritto di provare a metterla in /etc/dhcpd.conf.
>
> il mio server dhcp sta nel router, duplicarlo non ha senso.

Anche da me il dhcp sta nel router ed avere 2 dhcpd non ha senso, ma era una
prova. Anche perché qui [1] dicono che la jessie é un pochetto diversa della
wheezy (che erano i raspberry precedenti)...

<http://www.raspberryitaly.com/staticip/>
poi seconda metá di:
<http://www.domoticaspicciola.it/2016/09/12/raspberry-configurare-la-rete-dhcp-static-ip-fallback-dhcpcd5/>
poi:
<http://thefoxii.blogspot.it/2016/05/assegnare-indirizzo-ip-statico.html>
indi:
<https://www.raspberrypi.org/forums/viewtopic.php?f=79&t=132070>


[1] google: raspberry pi3 ip statico

--
+---------------------------------------------------------------------------+
| --- MARSmail Export v1.21/4D |
| * Origin: Mia moglie e' magra! Falla mangiare! (2:332/405.12) |
+-----#31--------------------Campagna recupero Fossil..............---------+
Civetta 13 Mag 2017 23:16
Il 13/05/2017 21:41, BIG Umberto ha scritto:
> Civetta in data 17:35, sabato 13 maggio 2017, nel gruppo it.comp.reti.locali
ha

>>
>> auto eth0 dice al sistema di far partire al boot la scheda rete eth0,
>> senza ho dubbi che funzioni.
>
> Sicuro-sicuro?

iface eth0 inet manual

con static al posto di manual abbastanza sicuro

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Reti locali | Tutti i gruppi | it.comp.reti.locali | Notizie e discussioni reti locali | Reti locali Mobile | Servizio di consultazione news.